SPORT E TV: CI HANNO TOLTO TUTTO?

Quest'anno lo sport è stato senza dubbio protagonista per il nostro Paese: abbiamo sofferto e gioito da gennaio fino ad ora, ed in molti casi non ci è stata data la possibilità di seguire i nostri idoli. Infatti da qualche anno a questa parte si sta assistendo ad una lenta diminuzione degli eventi sportivi disponibili sulle reti visibili gratuitamente.

Per quanto riguarda il calcio, gli italiani non hanno mai potuto vedere in diretta le partite di campionato mentre la Coppa dei Campioni o Champions League e la vecchia Coppa Uefa erano state sempre visibili in chiaro sui canali nazionali, da qualche anno a questa parte sono diventate una esclusiva delle nuove pay tv satellitari che hanno intasato i programmi con le loro inserzioni in cui ribadiscono che le partite in Europa sono visibili solo sui loro canali. Quindi chi ha voluto vedere le partite della Juventus nella prima fase ha dovuto pagare, chi non lo ha fatto si è dovuto accontentare di vedere gli highlights o gli incontri di altre squadre. Chi vuole vedere un po' di calcio senza pagare, può seguire o le divisioni minori o le squadre italiane dell'Europa League, sorella meno famosa della Champions.

Naturalmente non solo calcio: anche altri sport maggiori sono spariti dalle nostre tv. Basti pensare ai motori ed in particolar modo alla Formula 1. da qualche anno il Gran premio che andava in onda tutte le domeniche alle due di pomeriggio si è “spostato”. Infatti i diritti televisivi sono stati acquistati da una pay tv satellitare che ha permesso, dietro compenso, di trasmettere alla televisione nazionale alcuni Gp in diretta, mentre altri in differita. Questo ci ha tolto il piacere di godere dei successi della Ferrari, dato che ne conoscevamo già i risultati.

Purtroppo non se ne sono andate dalle nostre televisioni solo le macchine, ma anche le moto. Come per la Formula 1, anche la Moto Gp non è più visibile in chiaro, bensì alcuni Gran premi sono stati trasmessi solo a pagamento. Purtroppo molte gare vinte da Valentino Rossi erano visibili in diretta solo a pagamento.

Le emozioni “in abbonamento” riguardano anche il tennis, che ha visto grandi successi per i nostri atleti che non erano sulla tv in chiaro.

La speranza è che tutto lo sport possa tornare sulle nostre televisioni il prima possibile, per poter ritornare a vivere le forti emozioni che abbiamo sempre sentito

Lascia un commento