COMITES. MARRA, DIMISSIONI CICCOLINI E PORRETTA VANNO SULLA STRADA GIUSTA PER BENE COMITES

“Siamo finalmente sulla strada giusta per riportare il Comites di Toronto nell’ambito delle regole e della legittimazione”.

Con queste parole Mario Marra, Segretario del PD Canada, accoglie la notizia delle dimissioni di Sam Ciccolini e di Antonio Porretta da consiglieri.

“Il Comites di Toronto – continua Marra – si trova a operare in una situazione di completa delegittimazione e di forti contrasti, poiché frutto di una lista unica sulla quale gravano pesanti responsabilità dovute alla raccolta delle firme per la presentazione delle liste, e autenticate in modo irregolare”.

“Vi sono – prosegue l’esponente italo-canadese – ben due denuncie alla Procura della Repubblica di Roma su come siano state autenticate in modo irregolare le firme e su come, dunque, la lista insediatasi sia illegittima. Un comportamento e una situazione che espone una importante istituzione italiana di rappresentanza diretta, il Comites, a una condizione di delegittimazione che non vogliamo né possiamo accettare, poiché le istituzioni sono l’espressione dell’Italia nel mondo e devono brillare senza essere esposte a pesanti e comprovati dubbi di legittimità, come in questo caso”.

“Per questi motivi, quindi, siamo felici di sapere – aggiunge Marra – che dopo Canciani e Donato, anche Sam Ciccolini e Antonio Porretta abbiano rassegnato responsabilmente le proprie dimissioni e gliene riconosciamo tutto merito: il merito di operare, con questo atto, nella difesa e nel buon nome delle istituzioni italiane”.

“Ora ci aspettiamo – conclude Marra – che l’esempio di responsabilità dato da questi consiglieri sia immediatamente seguito dagli altri e che il Comites di Toronto possa decadere nell’attuale conformazione per essere presto reinsediato e ripristinato in modo pienamente legittimo. In questo caso noi saremo ben disponibili a dare un positivo contributo, insieme a tutti coloro che hanno deciso e stanno decidendo in queste ore di rassegnare le proprie dimissioni con l’obiettivo di arrivare a un nuovo Comites pienamente legittimato”.

Lascia un commento