Roma 2013: Un passo indietro per andare avanti (beni comuni)

Il gruppo municipale di Roma Centro ha votato al suo interno (solamente 3 i contrari) la richiesta che venga ritirata la proposta di delibera depositata dai portavoce capitolini in data 13.4.2015

https://docs.google.com/file/d/0B6DT3P3mGE6bUTU0QklWb1paQlU/edit

e che riguarda l'adozione del “Regolamento dei Beni Comuni” elaborato dal forum di Associazioni LABSUS redatto dal prof. Arena.

Le motivazioni di questa richiesta riguardano un vizio di forma che, se non sanato, verrebbe a costituire un pericoloso precedente all'interno del M5S romano.

La mancata condivisione della decisione si evince dai seguenti fatti:

– è stato detto che la decisione è stata presa insieme al “Tavolo Beni Comuni”, della cui esistenza, attività e produzione sono a tutt'oggi a conoscenza soltanto alcuni portavoce capitolini insieme ad alcuni attivisti e che pertanto risulta autoreferenziale;

– la stragrande maggioranza degli attivisti romani non solo non è stata coinvolta nella decisione, ma è a tutt'oggi addirittura ignara dell'esistenza dell'argomento, delle diverse posizioni scientifiche esistenti e soprattutto delle conseguenze politiche che derivano da quelle;

– non sono stati coinvolti nella decisione neanche gli attivisti del Tavolo Cultura M5S di Roma, i quali, occupandosi anche del patrimonio storico e artistico, per fornire (come fanno ininterrottamente da tre anni) pareri e supporto ai portavoce di tutti i livelli istituzionali, hanno dovuto studiare ed approfondire la tematica, ma che, anche loro, sono venuti a conoscenza dell'iniziativa solo a cose fatte (la loro richiesta di ritiro della delibera già inviata in data 13.4.2015)

Risultando evidente la mancata condivisione dell'iniziativa, il gruppo municipale ha deciso quindi di sollecitare il ritiro della proposta di delibera per aprire contestualmente una doverosa ampia discussione sui contenuti della stessa.

Leggi e commenta

Lascia un commento