Iran: Khamenei svela l’intenzione del regime di portare avanti i progetti sul nucleare e di evitare la firma di un accordo

In un discorso tenuto il leader supremo del regime teocratico, Khamenei, ha rivelato l'intenzione del fascismo religioso al potere in Iran di continuare a portare avanti i progetti sul nucleare e di evitare la firma di un accordo. Contemporaneamente il presidente del regime teocratico, Rouhani, ha sottolineato che i negoziati sul nucleare non fermeranno i progressi del regime su questo progetto.
Nel suo discorso Khamenei ha detto: “Credo che se sulla questione del nucleare accetteremo ciò che ci stanno imponendo, le sanzioni non saranno comunque tolte perché loro si oppongono alla rivoluzione stessa”. In modo ridicolo ha affermato: “Noi possiamo resistere alla propaganda dei nemici sulle sanzioni. Se le sanzioni rimarranno, sarà la nazione iraniana che li sanzionerà al momento opportuno in futuro. La più grossa quantità di gas del mondo appartiene alla nazione iraniana e l'Europa ha bisogno di questo gas”.
Quindi Khamenei, profondamente preoccupato che accantonando i progetti sul nucleare la posizione del leader supremo all'interno del regime risulterebbe indebolita e che il regime intero sarebbe condannato al collasso, cerca di evitare con tutte le sue forze la firma di un accordo, sfruttando la compiacenza e la politica debole dei paesi europei.
Lo stesso giorno Rouhani in un altro discorso ha detto: “Con l'undicesimo governo sono stati fatti progressi significativi in campo nucleare, ma a causa della natura fastidiosa dei negoziati sul nucleare, queste attività e questi progressi sono stati in qualche modo oscurati… Nella Repubblica Islamica dell'Iran noi non chiediamo e non chiederemo il permesso a nessuno per progredire nella scienza e nella conoscenza. Che nessuno pensi che poiché stiamo conducendo dei negoziati con il mondo vogliamo rinunciare ai nostri progressi scientifici”.
C'è da notare che un decennio fa Rouhani aveva ammesso che il regime, accettando un accordo temporaneo, aveva avuto l'opportunità di sviluppare grandemente i suoi progetti nucleari, come quello sulle centrifughe.
Inoltre Khamenei, ripetendo lo slogan che gli Stati Uniti stanno fornendo aiuti militari all'ISIS, ha rivelato la sua intenzione di aumentare la sua ingerenza terrorista e fondamentalista nella regione dicendo che “gli studenti Basij” gli hanno mandato un messaggio chiedendogli perché non li stia utilizzando per promuovere la rivoluzione nella regione.
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
19 Febbraio 2015
Mahmoud Hakamian
@HakamianMahmoud

Lascia un commento