Catania: La tragica farsa circo Orfei e l’ennesima impotenza delle istituzioni

FREE GREEN SICILIA

Catania: La tragica farsa circo Orfei e l’ennesima impotenza delle istituzioni

Quelle Istituzioni che avrebbero dovuto fare rispettare le leggi dello Stato in materia di Circhi hanno dimostrato ancora una volta la loro impotenza contro lo strapotere di chi amministra tali strutture pensando di essere immuni dalle imposizioni democratiche. Circhi che, pensando ancora di poter permettersi di dettare legge, impongono la loro presenza in aree pubbliche senza chiedere le autorizzazioni specifiche: né quelle di natura amministrativa né quelle di natura sanitaria e della sicurezza pubblica. Eppure la legge a tale proposito è chiara: i Circhi considerati alla stregua per il livello di scarichi di liquami delle industrie insalubri ( visto il consistente numero di animali costretti peraltro a vivere e ad eseguire esercizi contro la loro natura) e di persone e di mezzi al seguito, possono solo installarsi in aree previste dal Comune che in primo luogo dovrebbero essere distanti da luoghi abitati e luoghi pubblic i, come i parchi e le spiagge almeno 500 metri e dotato di tutti i servizi essenziali sotto l’aspetto sanitario e degli scarichi fognari liquidi e gassosi e sotto l’aspetto della sicurezza sia per coloro che insistono nel circo, animali compresi i quali debbono avere le cure e gli spazi previsti sempre per legge, che per il pubblico.

Ora non mi sembra che l’installazione attuale imposta dal Circo intestato a Sandra Orfei alle Istituzioni competenti abbia tali requisiti di legge e dunque non dovrebbe essere autorizzato né agli spettacoli né all’installazione: altro che spiaggia libera e boschetto della plaia! Sia il gestore del parcheggio della spiaggia libera che il gestore del campo di calcio hanno abusato delle loro concessioni demaniali così come ha abusato il Circo per avere tenuto spettacoli senza essere autorizzato? Legge docet o Catania zona franca?

Per non parlare dei soliti manifesti abusivi che vengono affissi in città da ogni circo a man bassa e in ogni luogo deturpando l’immagine della città e senza che il Comune li oscurino e li verbalizzino come dovrebbe fare e quando lo fa tali verbali non vengono pagati in quanto i Circhi, vagando, pensano di essere immuni dalla legge e dalle regole di civiltà!

Alfio Lisi FREE GREEN SICILIA

Lascia un commento