Alessia Bisantis – intervista

Giovanna Canzano
intervista
ALESSIA BISANTIS
10 giugno 2014

Canzano 1- Lei è un Coach, una figura nuova nel panorama italiano. Come nasce in Italia questo tipo di consulenza?
BISANTIS – Il Coaching è una disciplina affacciatasi negli anni '90, negli stati uniti; in Europa abbiamo dovuto attendere ancora una decina d'anni per vederla nelle realtà aziendali ma anche in ambito Life, personale. Un Coach è un professionista con delle competenze ben specifiche acquisite attraverso un'Alta formazione dedicata, che propone uno strumento finalizzato al raggiungimento di un obiettivo definito dal cliente; attraverso un percorso di coaching si può operare un cambiamento, un miglioramento delle potenzialità. Si possono raggiungere obiettivi personali, di team, manageriali. È una relazione di processo che vuole offrire al cliente strumenti per elaborare ed identificare obiettivi e rafforzare la propria efficacia e la propria prestazione. Presupposto di partenza è la fiducia che in ogni persona alberghino potenzialità nascoste, sconosciute o anxche solo inutilizzate. L'obiettivo del coach è quello di farle emergere, di scoprirle e valorizzarle.
La metodologia di coaching che utilizzo io si rifà al Codice Etico dell'ICF (International Coach federation) e prevede che il cliente (e non paziente) venga pienamente rispettato e considerato abile nel trovare efficacemente le proprie risposte utili alla propria vita ed il proprio ambito professionale. Ogni cliente viene visto come una persona creativa e dotata, a prescindere, di risorse. Un Coach, attraverso domande poste in un determinato modo, scopre gli obiettivi che il cliente desidera raggiungere, lo segue nel ragionamento alla scoperta e valorizzazione di questi obiettivi, fa in modo che tutte le soluzioni, strategie e azioni pianificate emergano dal cliente, che rimane sempre autonomo e pienamente responsabile.
Canzano 2- Come trainer lei affianca i clienti nella formazione e ne fornisce gli strumenti?
BISANTIS -Oltre ad essere un Coach sono anche un Formatore o trainer. Sono due professionalità separate. Nella mia modalità formativa, oltre alle competenze di Programmazione Neuro Linguistica , acquisite attraverso un percorso certificato, utilizzo le abilità e le competenze del Coach proposte dall'ICF, per offrire un tipo di formazione che non sia solo 'riempitiva', ma che estragga e scopra risorse, dia nuovi ounti di vista, consapevolezza, stimolo, motivazione e che consentano al fruitore di tornare a casa con uno o più strumenti chiaro da poter utilizzare fin da subito.
Canzano 3- Possiamo avanzare l’ipotesi che, lei è uno psicoanalista particolare che, non indaga nel passato del ‘paziente’, ma gli da una ‘guida’ per la sua formazione professionale?
BISANTIS – Come detto, Il Coaching e la Formazione sono due realtà separate che possono convivere disgiunte, ma che nel mio caso, in ambito formativo, possono integrarsi. Non è vero il contrario però. Come Coach Professionista, che utilizza il metodo ICF, in sede di sessione di coaching, non suggerisco, non consiglio, non 'porto' da nessuna parte il mio cliente. Durante un momento formativo invece, fornisco al cliente idee, spunti, soluzioni, esercitazioni pratiche ed esperienziali per poter 'agire' i contenuti teorizzati e modellarli sulla propria capacità e realtà esterna. La psicoanalisi, che è altra cosa, e non è area di mia competenza.
Canzano 4- Per poter ‘capire’ i suoi clienti, e le loro esigenze, lei parte con un bagaglio professionale personale molto ampio?
BISANTIS -Il bagaglio professionale non è mai ampio abbastanza; ogni cliente, ogni singola sessione, ogni momento formativo è unico ed irripetibile. Mi affido, oltre che alla mia preparazione, ed all'esperienza maturata che certo mi supportano, ad attitudini che cerco sempre di migliorare, e spero di non smettere mai di perfezionare: l'osservazione, l'empatia vera, l'ascolto attivo, partecipato, e l'attenzione al processo di pensiero (e non al contenuto). Nello specifico, l'ascolto attivo che si allena e si pratica nel Coaching, è di tipo 'egoless', ovvero 'con assenza di giudizio'. Questo consente di non mettere me stessa davanti al mio cliente, ma il contrario. Solo così posso essere davvero utile alla persona o al gruppo che si rivolge a me.
Canzano 5- Nel nostro Paese, dove ormai i giovani vivono disorientati per quando riguarda il loro futuro lavorativo, lei, come si inserisce?
BISANTIS – la mia è una professione nuova, almeno con questo nome. Credo che oggi più che in altri momenti storici, il nostro Paese abbia bisogno di professionisti validi, competenti, che accettano le sfide e tendono sempre al miglioramento di se ed al superamento dei propri limiti, attraverso l'esperienza, la formazione, lo studio continuo, la condivisione e lo scambio . Dobbiamo imparare sempre di più ad 'alzare l'asta', e trasmettere questa attitudine ai nostri figli. Non si tratta di mero senso della competizione, o comunque non una competizione con l'esterno, che pure è utile, ma una competizione molto più difficile…quella con se stessi. La formazione ed il Coaching sono dei validissimi strumenti che aiutano a migliorare se stessi. Sento di collocarmi in un contesto che ha una grande responsabilità, quella del futuro di un altro individuo. Mai come in questo momento c'è bisogno di comprendere che solo con una formazione superiore adeguata possiamo migliorare il nostro Paese. Vorrei citare due frasi che mi accompagnano e mi guidano e racchiudono un po' il pensiero sopra espresso. Non sono frasi mie. La prima è del mio mentore, Giovanna Giuffredi della Scuola di Coaching 'Advanced Coach Academy' nella quale mi sono formata e per la quale collaboro come consulente per la formazione. Dice “ la Vita che Vuoi è la sola che avrai”…La seconda è di William Somerset Maugham scrittore e commediografo inglese “La vita ha questo di strano, che se non vuoi accettare nient’altro che il meglio, molto spesso riesci a procurartelo.”

Canzano 6- A chiedere le sue consulenze professionali, sono i singoli individui o anche aziende, che, intendono dare al loro personale degli strumenti per realizzare progetti?
BISANTIS – Lavoro con tante categorie. I miei clienti sono imprenditori, gruppi di lavoro, liberi professionisti, manager d'azienda, ma anche quadri e capi area. Ho persino dei politici che seguono dei percorsi mirati.

Video-intervista

alessia bisantis

Ho 43 anni, due figli, un ex marito …e mi occupo di formazione dal 1997.
Negli anni ho avuto la fortuna di lavorare con importanti aziende del settore, in qualità di formatore, consulente, anche venditore.

Oggi dopo un percorso iniziato tempo fa (e che non finirà…) sono un coach professionista ed un formatore sui temi della Comunicazione Interpersonale, aiuto le persone a migliorare il proprio modo di comunicare con gli altri e come coach nello specifico, ad individuare con chiarezza obiettivi personali e professionali,strategie più adeguate, migliorare l’autostima ed acquisire sicurezza, sviluppare la propria leadershi, comprendere meglio se stessi, i propri meccanismi di strutturazione del proprio pensiero.

Carattere dinamico, determinato, solare ; amante della formazione nelle sue declinazioni più audaci, ritengo che l'Alta formazione sia l'unica risposta possibile.

La mia formazione è stata ampia e variegata : prima di completare ed affinare le mie competenze di Coach attraverso un Master in Coaching di una importante Scuola romana, negli anni ho seguito tanta formazione (ho fatto persino un percorso di psicoterapia individuale su me stessa).
Percorso formativo in PNL (Practitioner)con Stefano Santori, ho seguito Corsi di Comunicazione con Matteo Maserati, Vendita, il famoso Master Formazione Formatori del grande Max Formisano, per il quale ho lavorato alcuni anni ; ma anche tecniche di memorizzazione e mappe concettuali, motivazione, intelligenza finanziaria, e non ultimi poichè utilissimo nel moi lavoro, vari corsi di dizione, respirazione e tapping.
Ovviamente ho già prenotato i prossimi corsi…una persona che lavori nel mio settore non deve smettere mai di formarsi.

Lavoro con e per le aziende, ma anche con persone fisiche, imprenditori, liberi professionisti, venditori, manager, genitori, ragazzi, gente comune insomma che ha necessità di comprendere meglio se stessa e ciò che vuole raggiungere.

Collaboro anche con la Società Life Coach Italy di Giovanna Giuffredi e la Scuola di Coaching Advanced Coach Academy diretta sempre dalla Giuffredi, per la quale mi occupo di consulenza e coaching.
La mia frase guida « La vita ha questo di strano: che se non vuoi accettare altro che il meglio, molto spesso riesci a procurartelo. “W. Somerset Maugham”

www.giovannacanzano.it
gcanzano@giovannacanzano.it
338.3275925
Giovanna Canzano – © – 2014

Lascia un commento