PETROLIO — DI BIAGIO (PI), SU TRIVELLAZIONI ADRIATICO SOLO RETORICA

Roma, 20 maggio 2014 – “Sono bastate le dichiarazioni del ministro degli esteri croato per riaccendere le smanie trivellatrici del nostro paese a poche settimane dall’approvazione in aula e in commissione ambiente di mozioni che invitano alla cautela”. Lo dichiara in una nota Aldo Di Biagio, vice presidente della Commissione Ambiente del Senato. “Quando si parla di petrolio “facile” si tende a mettere da parte le valutazioni razionali ed i veri rischi in un’area delicata come l’adriatico – spiega – trascurando anche il fatto che in questa zona vi è così poco petrolio che la sua estrazione a mala pena riuscirebbe a coprire i costi degli impianti. Pertanto, tra royalties basse e costi ambientali particolarmente alti, si fa davvero fatica a comprendere dove si collocano i vantaggi economici per il Paese”. “In questi mesi sono state fatte audizioni ed approfondimenti di cui sembra non si voglia tenere conto –sottolinea – privilegiando sempre la componente sensazionalistica che politici ed ex premier sembrano voler privilegiare a pochi giorni dalle elezioni europee”. Di Biagio conclude: “I signori che invocano la Dallas italiana e aizzano il paese contro la Croazia si assumessero le proprie responsabilità e mettessero per iscritto quali sono i reali vantaggi delle trivelle nei nostri mari”.

Ufficio Stampa Sen. Di Biagio

Senato della Repubblica
ISMA -Istituto Santa Maria in Aquiro
Piazza Capranica, 72
00186 Roma
Tel. 06 6706 3094/4094
Fax 06 6706 6094
aldo.dibiagio@senato.it

Lascia un commento