Roma 2013: vittorie e sconfitte.

Riflessioni di un cittadino.

La profonda amarezza che mi sento addosso mi toglie le forze.
Pensare agli anziani hanno votato in massa un PD fatto di scambi, favori, mazzette, appalti corruzione , mi addolora.
Alcuni attivisti si lamentano ma senza senso, condividendo tt la stessa nota lamentosa, la colpa è nostra dei portavoce e di Grillo in primis.
Perchè siamo arroganti, strilliamo, non siamo rispettosi, troppo progressisti e fascisti o comunisti, perchè cacciamo le persone… che non ci siamo alleati con il pd…
Questa visione io la contesto totalmente e la lascio a chi non vuole fare della propositività l'arma migliore, cerchiamo invece di capire cosa è successo.
Intanto quale elettorato ci ha voltato le spalle?
Sicuramente gli anziani, che hanno avuto paura e sono stati rassicurati dai moniti lacrimosi di Napolitano e non hanno voluto comprendere il messaggio rivoluzionario di Beppe da Vespa parlando un linguaggio troppo veloce. adeguato forse solo nella rete ma non ascoltato in TV. I molti che hanno votato per 20 anni Berlusconi , per gli indecisi che hanno sempre seguito giornali e tv, sentir definire ebetino il “loro” Presidente del Consiglio ,o parlare negativamente del presidente Napolitano ha creato un sentimento di rifiuto facendo si che la paura del cambiamento prendesse il sopravvento. Tutto l'elettorato di Forza Italia ha votato PD e quelli che a febbraio ci hanno concesso fiducia sono tornati con un doppio avvitamento carpiato nelle gentili grinfie della casta.
Altri mi hanno confidato che forse da Vespa un Di Maio o un Di Battista avrebbero fatto meglio con la loro pacatezza ad influire su qst voto, ma il problema è molto più complesso.
Il M5S non può esistere senza Grillo perchè è il ns catalizzatore ma anche il ns garante, molte volte l'intervento di Beppe è chiarificatore (ultimo le candidature europee, cosa sarebbe successo senza il comunicato del blog sui sacrosanti requisiti delle candidature?) ed ha aiutato le difficoltà interpretative delle non regole del movimento (ancora non pronte ad essere equilibrate dalla rete e interpretate malamente da chi le usa per lo scontro) a continuare la loro strada scontrandosi con l'esigenza di organizzazione.
Io conosco la forza rivoluzionaria del M5S ma lo vivo quotidianamente sulla pelle, mentre l'elettore medio pensa solo all'accordo col PD…
Allora forse bisogna fare un rewind e ripartire dal basso, il m5s ha vinto dove è presente sul territorio, a Pomezia ad esempio ma anche in tante zone di Roma al vi ed al x municipio su tutti, con un dato generale molto buono e vicino al 25%.
Siamo il popolo del web, andiamo realmente ad informare dal basso e dal vero tutti i cittadini che ancora non ci hanno conosciuto per quello che siamo… dimostriamo il valore delle ns idee, dimostriamo la bontà delle ns azioni, dimostriamolo con calma con serenità e gentilezza ed alla fine… a vincere sarà l'Italia.

Leggi e commenta:

Lascia un commento