Sistema di allerta rapido comunitario: sono 59 le segnalazioni diffuse durante la scorsa settimana dal sistema di allerta rapido comunitario per alimenti e mangimi

Le notifiche inviate dal Ministero della Salute, tre per la precisione, riguardano un respingimento alla frontiera riguardante un lotto di noccioli di albicocca amari, provenienti dall’Uzbekistan via Turchia contaminati da aflatossine e due informative relative a livello troppo elevato di Escherichia coli in vongole refrigerate, varietà Tapes semidecussatus, italiane e presenza non dichiarata in etichetta di uova in confezioni di chele di granchio impanate e surgelate in arrivo dalla Cina. L’elenco italiano, si era aperto lunedì con una allerta, già prontamente segnalata dalla nostra associazione, per la presenza di tossina di Shiga generata dal batterio Escherichia coli in un lotto di carni bovine refrigerate confezionate sottovuoto proveniente dai Paesi Bassi. Per quanto riguarda le segnalazioni di prodotti italiani esportati, un’ allerta delle autorità francesi segnala la presenza di Salmonella typhimurium in sovracosce di tacchino surgelate mentre in Germania vengono rilevate tracce di insetticida (tetradifon) in un lotto di pomodori secchi importati in Italia dalla Tunisia. Pertanto Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, invita chiunque avesse acquistato questi prodotti a non consumarli e a consegnarli al rivenditore o al Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della ASL locale.

Lascia un commento