<< Nelle cose dette dagli esponenti dell’area Canale a Lamezia ci sono i rigurgiti di quel PD autolesionista e sucida che ha prodotto i quattro anni di commissariamento del partito in Calabria>>

<< E’ davvero stupefacente, che a venti giorni da importanti appuntamenti elettorali ci siano delle prese di posizioni così dirompenti nei confronti del proprio partito e della sua dirigenza. Si paventa il rischio di un insuccesso elettorale senza comprendere che si sta contribuendo a sminuire il Partito Democratico agli occhi degli elettori. Un atteggiamento insensato, che contrasta con il chiaro richiamo del segretario nazionale Renzi all’unità ed alla cessazione della polemiche in vista del turno elettorale di maggio. E’ questo il partito che noi democratici vogliamo e per il quale ci impegneremo, il partito dell’unità e della credibilità. Non perché non debba esserci dialettica interna, ma affinché si superi una volta per tutte quella tendenza a far prevalere il particolare interesse politico di fronte all’interesse comune di
tutti >>.
<< I 'professori dell’area Canale' la smettano di giudicare, scendano dalle loro cattedre si rimbocchino le maniche, impegnandosi concretamente, a cominciare da questa campagna elettorale, per costruire un Partito Democratico nuovo e finalmente rispondente alle aspettative di cambiamento dei calabresi. Il PD delle divisioni non lo vuole più nessuno, se ne rendano conto anche loro >>.

Area Renzi Calabria

Lascia un commento