Sicilia. Governo:”enti locali, un immotivato attacco”

Palermo, 29 apr. 2014. Il presidente Crocetta comunica che, su iniziativa del
vice presidente della Regione, Patrizia Valenti, si è discussa oggi in giunta
la situazione degli enti locali. Nel corso della giunta è stato approfondito
che sono in corso i pagamenti della 4 trimestralità del 2013, fondi che
arriveranno a giorni nelle casse dei comuni e che il ritardo relativo alla
prima trimestralità del 2014 è stato generato dalla necessità di salvare circa
41 comuni. Da una verifica fatta dall'assessorato alle Autonomie locali, è
emerso infatti che ben 41 comuni si troverebbero quest'anno, senza un
approfondimento, nella situazione di andare in dissesto perchè in relazione
alla loro situazione debitoria nei confronti della Regione, non potrebbero
ricevere trasferimenti. “La Regione – afferma il presidente – si sta adoperando
e intende proporre domani un piano per il salvataggio dei comuni. Ci sembra
singolare che mentre noi stimo cercando di salvare gli enti locali, il
presidente dell'Anci insista, già prima della trattativa di domani, per
l'erogazione della prima trimestralità, determinando il crac certo di tali
comuni. Invitiamo l'Anci a valutare attentamente questa situazione che comunque
verrà sbloccata entro domani. Dunque – conclude Crocetta – la manifestazione
prevista per il 5 maggio è totalmente inutile e pretestuosa”.

Il presidente della Regione Siciliana
Rosario Crocetta

Lascia un commento