Geologi del Lazio, incontro con l’assessore all’Ambiente Refrigeri. Troncarelli: “Poste le basi per una proficua collaborazione”

Giovedì 17 aprile il presidente dell'Ordine ha incontrato l’assessore della Regione Lazio, Fabio Refrigeri, al quale ha illustrato le criticità ambientali, legate al territorio regionale, da affrontare in via subitanea e prioritaria. Radon, energie rinnovabili, terremoti e la figura del geologo tra i temi trattati

Giovedì 17 aprile il presidente dell'Ordine dei Geologi del Lazio, Roberto Troncarelli, ha incontrato l'assessore regionale all’Ambiente, Fabio Refrigeri. È stata l’occasione per illustrare le criticità ambientali, legate al territorio regionale, da affrontare in via subitanea e prioritaria. Un incontro ricco di spunti riflessivi, svoltosi all’insegna della cordialità: “Abbiamo presentato – spiega il presidente – tutta una serie di proposte per risolvere o, al momento tamponare, le situazioni più urgenti che, se non affrontate col giusto piglio, potrebbero compromettere la sicurezza dei cittadini e lo sviluppo dell'economia”. Tra i punti sul tavolo quello delle energie rinnovabili, in particolare l'idroelettrico e il geotermico, che nel Lazio hanno avuto una crescita rilevante nel corso degli ultimi anni, “crescita – rimarca Troncarelli – alla quale la normativa regionale non è riuscita a stare dietro in modo adeguato, provocando un rallentamento nel rilascio delle autorizzazioni per la realizzazione degli impianti di sfruttamento da parte degli uffici preposti”.

È stata richiamata l'attenzione inoltre sul rischio da gas Radon, “per il quale la nostra regione risulta avere uno dei più alti tassi di inquinamento. In particolare – ribadiscono i Geologi del Lazio – è stato proposto di intervenire individuando nel dettaglio le aree dove vi è una maggiore concentrazione e pianificando su queste in modo adeguato la realizzazione degli edifici, al fine di abbattere le concentrazioni di questo gas radioattivo all'interno dei locali”. Il presidente Troncarelli ha confermato la disponibilità a firmare una convenzione, come già fatto in altre regioni, che preveda l’istituzione di “presidi territoriali” con il supporto di geologi professionisti, che operino a livello locale su base volontaria, sia come supporto in eventuali stati emergenziali per calamità naturali, sia per l'attività di previsione e prevenzione. “Non sono mancate ulteriori proposte volte a snellire le procedure di autorizzazione sismica, apportando delle modifiche al regolamento regionale in materia, che consentano istruttorie più rapide, pur nel rispetto della sicurezza nella progettazione e nell’esecuzione delle opere.
Un sollecito importante – continua ancora il presidente dell’Ordine – è stato ribadito sulla questione delle attività estrattive che, a livello regionale, oltre a risentire fortemente della crisi generale dell'edilizia, si trovano imbrigliate in tortuosi percorsi autorizzativi, che arrivano a compromettere la sopravvivenza stessa di alcune imprese”.

Infine Troncarelli ha ricordato la necessità di ottimizzare le risorse umane e tecniche disponibili presso gli uffici regionali e incentivare la presenza del geologo presso gli enti locali, quale “sentinella” del territorio: in primis inserendo la figura del geologo nell’organico degli uffici dei Geni Civili, a cui sono, tra le altre, demandate le istruttorie dei progetti, compresi gli elaborati di competenza geologica, per le costruzioni in zone sismiche e per gli abitati ammessi a consolidamento e in cui, incredibilmente, oggi non lavora neanche un esperto. Il presidente è rimasto molto soddisfatto dell’attenzione e dell’impegno mostrati dall’assessore all’Ambiente: “Refrigeri si è rivelata ancora una volta persona intelligente e sensibile, dichiarando di voler stringere un legame stretto e duraturo con i professionisti dell’Ordine dei Geologi e avvalersi così del nostro contributo per operare le scelte più adeguate al fine di tutelare l’ambiente ed il territorio, che si traduce nel proteggere gli interessi e la sicurezza dei cittadini di oggi e di domani”, ha chiosato Troncarelli.

Lascia un commento