Marò – Giorgia Meloni a Radio 24 sui militari in India

“Ritirare un contingente di peacekeeping a settimana finché non tornano in Italia. La Bonino mente”

“Sa cosa avrei fatto io con i marò? Mi sarei presentata alla Nato e avrei detto: oggi è mercoledì? Perfetto, entro mercoledì prossimo ritiro un contingente di pace italiano e ogni settimana ne ritiro uno finché i marò non tornano in Italia. Perché se i militari italiani sono inutili e non servono a niente quando sono aggrediti, allora non contano niente neppure quando hanno compiti di peace-keeping”. Così Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ospite di “24 Mattino” su Radio 24 accusa il governo di essere debole con l’India. “L’Italia avrebbe dovuto internazionalizzare la crisi – ha aggiunto Meloni -. Non ci danno retta? Perché non contiamo niente, si sa che noi non alziamo le penne”. Poi Meloni ha risposto al ministro degli Esteri Emma Bonino che sempre a “24 Mattino” aveva detto che la responsabilità della vicenda ricade su una legge voluta dall’ex ministro La Russa che ha consentito ai militari di essere a bordo di navi italiane con un mandato poco chiaro: “La Bonino dice il falso – ha detto Meloni -. La legge, benché fosse ministro La Russa, fu approvata dal Parlamento e l’iniziativa fu del Pd. Ma il problema dei marò non è la legge, bensì è il come il governo si è comportato. Perché la Bonino non ha mai chiesto chi diede l’ordine alla nave, che era in acque internazionali, di rientrare nel porto in India? Anche un bambino di 5 anni sa che non bisognava farlo. La Bonino si sbraccia molto ora per essere riconfermata, ma non l’abbiamo sentita granché in questi due anni”.

Franca Piovani – Ufficio stampa Gruppo 24 ORE

Lascia un commento