PRETI PEDOFILI: ECPAT INTERVENTO NECESSARIO DELL’ONU

Il commento di Marco Scarpati, presidente di ECPAT Italia in merito

alla notizia ” Pedofilia, l’Onu accusa il Vaticano «Permise abusi su minori»”

(ECPAT) 5 Feb. “Controllo doveroso quello dell’Onu sulla Chiesa in materia di abusi sui minori.” Con queste parole Marco Scarpati, Presidente di ECPAT Italia interviene sul pesante atto di accusa che l’organizzazione delle Nazioni Unite a rivolto al Vaticano in merito ai casi di pedofilia clericale. “Un atto doveroso, continua Scarpati, visti i secoli di disattenzione che la Chiesa Cattolica ha riservato al tema dei diritti dei minori. Una disattenzione dovuta ad una radicata convinzione tra i vari sacerdoti e pontefici succeduti che il bambino fosse un essere indegno di una vera protezione.”

Come ricordato più volte, l’aria è cambiata con il pontificato di Benedetto XVI, che ha rappresentato una svolta nell’approccio ai casi di pedofilia all’interno della Chiesa, aiutando di fatto il nostro lavoro in difesa dei minori, conclude Scarpati. Con Ratzinger le gerarchie Vaticane hanno accolto le denunce, hanno aperto inchieste approfondite, hanno agito con maggiore celerità rispetto alla lentissima giustizia nazionale sul prete incriminato, hanno visto le vittime e hanno chiesto loro scusa a nome della Chiesa.

ECPAT quindi plaude a questo percorso di trasparenza richiesto dall’Organizzazione delle Nazioni Unite alla Chiesa e nel suo ruolo di Osservatore in materia di sfruttamento sessuale dei minori riconosciuto dal Consiglio Sociale ed Economico delle Nazioni Unite (ECOSOC) non può non ritenere fondamentale questa azione di monitoraggio in difesa dei diritti dei minori. L’orizzonte finale di questa azione deve essere quello di restituire giustizia, verità e dignità alle vittime.

Per maggiori informazioni

Ufficio stampa

Serena Benedetti

stampa@ecpat.it

Mobile 347-2596608

tel: (+39) 06 97277372

www.ecpat.it

Lascia un commento