Diritto all’acqua per tutte e tutti – Fuori i privati da Acea

27 gennaio, ore 12.00 Conferenza dei Sindaci Ato2

30 gennaio, ore 10.00 presidio sotto Acea

Solo un anno fa abbiamo bloccato l’ulteriore privatizzazione di Acea voluta da Alemanno e Caltagirone.

La stessa Acea che continua a far pagare ai cittadini romani il profitto sull'acqua, che ha iniziato negli ultimi mesi una pesante azione di distacchi idrici, e che proprio in questi giorni,nonostante la crisi economica, pretende dai Sindaci di Roma e Provincia un ulteriore aumento tariffario.

Ma nell'interesse di chi l'azienda gestisce il servizio idrico? La risposta va cercata nei milioni di dividendi (64 nel 2012) che ogni anno finiscono nelle tasche dei suoi azionisti e nei ricchi stipendi dei suoi dirigenti, mentre gli investimenti programmati continuano a non essere realizzati.

Nel frattempo la gestione del servizio idrico da parte di Acea continua ad essere afflitta da emergenze e illegittimità di ogni tipo, dalla questione arsenico, agli appalti fumosi che affidano parti vitali del servizio ad aziende di cui non è dato conoscere il nome.
Non vorremmo che, come nelle recenti vicende legate alla gestione dei rifiuti, gli avvertimenti dei comitati rimangano inascoltati salvo poi riemergere nei documenti giudiziari.

A tutto questo si è aggiunto il vergognoso accordo tra Acea e Mekorot, azienda israeliana che si è resa responsabile di gravi violazioni del diritto internazionale e dei diritti umani, sottraendo illegalmente acqua dalle falde acquifere in territorio palestinese.

Per mettere fine alla speculazione di pochi su un bene di tutti, per interrompere la violazione del diritto all'accesso all'acqua, invitiamo a partecipare ai prossimi appuntamenti:

il 27 gennaio, alle ore 12.00 presso la Sala Di Liegro della Provincia di Roma per impedire l'approvazione del nuovo metodo tariffario

il 30 gennaio, alle ore 10.00 sotto Acea per un presidio durante il quale consegneremo le lettere di licenziamento ai vertici di Acea e nel corso del quale chiederemo:

l'immediata sospensione della pratica dei distacchi per morosità incolpevole e l'apertura di un tavolo specifico su questo tema che coinvolga Comune di Roma, Prefetto, AceaAto2 Spa e movimenti.

l'eliminazione della quota di profitto dalla bolletta

la rescissione dell'accordo con la Mekorot (firma l'appello)

la pubblicazione di tutte le informazioni riguardanti le aziende appaltanti dei servizi affidati ad Acea

L'iniziativa si svolgerà nell'ambito di una 3 giorni di presidio permanente sotto la Regione Lazio per la gestione pubblica e partecipata dell'acqua e dei beni comuni nei nostri territori.

Coordinamento romano acqua pubblica

Blog: http://craproma.blogspot.it/
Facebook: https://www.facebook.com/CoordRomanoAcquaPubb

Sii il Cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo – Gandhi

Lascia un commento