Mafia: Lumia (Pd), alle minacce ai magistrati lo Stato risponda con “costituente antimafia”

Palermo, 11 gennaio 2013 – “Alle minacce ed ai piani di morte di Cosa nostra nei confronti dei magistrati lo Stato deve rispondere in modo duro e deciso: una 'costituente antimafia' per adottare quei provvedimenti che consentono di colpire a morte le organizzazioni criminali”. Lo dice il senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della Commissione antimafia, commentando la notizia della preparazione da parte di Matteo Messina Denaro di un attentato nei confronti del pm Teresa Principato.

“La solidarietà ed il sostegno alla dottoressa Principato – aggiunge – devono essere testimoniate da atti concreti. Per questo chiedo al presidente del Consiglio Letta e ai presidenti di Camera e Senato di dedicare una sessione parlamentare alla lotta alle mafie per approvare misure come l'introduzione del reato di autoriciclaggio nel nostro ordinamento, l'aumento delle pene per tutti i reati di stampo mafioso, la riapertura delle carceri di massima sicurezza ecc.”.

“Matteo Messina Denaro e tutti gli altri boss – conclude Lumia – devono capire che lo Stato non scherza e che le istituzioni sono al fianco di chi si trova in prima linea per combattere le mafie e promuovere la legalità”.

Ufficio stampa
Matteo Scirè
(cell. 3200251236)
www.giuseppelumia.it

Lascia un commento