La Madonna di Medjugorje e il papa intelligente

“Un uomo buonissimo e generosissimo passa almeno una volta a settimana a salutare sua figlia e a parlare un po’ con lei. Sa con certezza che il tetto della mansarda dove il nipotino (il figlio della figlia) si trattiene a giocare, è sul punto di crollare, e sa anche con certezza che il bimbo morirà a causa del crollo di quel tetto. Lo sa, ma non avverte la madre”. Non c’è una contraddizione enorme in questo racconto? Un uomo del genere, buonissimo e generosissimo e crudele allo stesso tempo, non può esistere. Deduzione logica: la Madonna di Medjugorje che dà messaggi ai suoi figli una volta la settimana e mai avverte di una catastrofe imminente, non esiste. E’ solo nell’immaginazione dei “veggenti”. Del resto, perché Gesù non ha mai fatto capire neppure lontanamente che la sua mamma sarebbe apparsa qua e là per il mondo? L’evangelizzazione del mondo l’affidò agli apostoli, non alla sua mamma. Anzi, avvertì: “Sorgeranno moti falsi profeti, i quali trarranno molti in inganno” (Mt 24,11). Il Papa, pur non nominandola, ma riferendosi sicuramente alla Madonna di Medjugorje, ha detto che la Madonna non è un postino. E’ intelligente questo papa, e sono certa che se fosse vissuto al tempo degli eventi di Lourdes o di Fatima, non avrebbe creduto alle apparizioni delle rispettive Madonne.

Francesca Ribeiro

Lascia un commento