Nuovi scenari di sviluppo delle imprese del DIPAR in Serbia — Siglato un importante accordo di collaborazione

La realizzazione di un “progetto pilota” in Serbia che coniughi lo sviluppo industriale e residenziale con le tematiche ambientali (ciclo dei rifiuti e delle acque, bonifiche, etc.) è il primo obiettivo dell’accordo di collaborazione sottoscritto recentemente dal DIPAR con la Camera di Commercio di Belgrado, Confindustria Serbia e la Camera di Commercio di Taranto.

Questo è l’importante risultato che il Distretto Produttivo dell’Ambiente e del Riutilizzo ha conseguito a vantaggio delle imprese della filiera che adesso hanno uno strumento operativo efficace per sviluppare i processi di internazionalizzazione in quella particolare area dei Balcani.

L’accordo, infatti, tende a promuovere la cooperazione industriale in vari ambiti, dal trasferimento tecnologico alla formazione, dall’export alle partnership imprenditoriali.

L’iniziativa, ha dichiarato il Presidente, Lorenzo Ferrara, è perfettamente in linea con quanto indicato nel programma di sviluppo approvato dalla Regione Puglia ed è supportata da una serie di analisi e studi di fattibilità che redatti dal DIPAR, monitorano continuamente le opportunità di crescita e di investimento in quei paesi.

Lo stesso Ferrara farà parte del Tavolo inter-istituzionale, finalizzato allo studio delle opportunità di penetrazione commerciale, che a breve sarà convocato a Belgrado ed al quale parteciperanno i sottoscrittori dell’accordo.

Alla luce delle tante iniziative che il DIPAR sta ponendo in essere sulla base della legge istitutiva n. 23 del 2007 pare quanto mai opportuno che la Regione, in occasione del redigendo Documento Strategico, ponga in essere nuove linee di intervento che adeguamente supportate finanziariamente possano consentire ai Distretti una migliore e diversa operatività sulla base della nuova programmazione 2014-2020.

Il Presidente di Confindustria Puglia, Domenico Favuzzi, plaude all’importante risultato ottenuto dal Distretto produttivo dell’ambiente e del riutilizzo in termini di internazionalizzazione, quale eccellenza e best practice della nostra regione, con l’auspicio che anche gli altri distretti produttivi realizzino progetti analoghi. Favuzzi si augura maggior supporto e promozione di tali iniziative da parte delle Istituzioni e degli Enti pubblici per favorire l’importante processo di internazionalizzazione della Puglia e incrementarne la crescita e lo sviluppo.

Area Comunicazione

Confindustria Puglia

Via Tridente, 22 – 70125 Bari

comunicazione@confindustriapuglia.it

Tel. 080.5010600 – Fax 080.5648762

Lascia un commento