Sicilia. Ingroia "Se andrò in Val D’Aosta, sarà  solo per fare passeggiate in montagna"

Palermo 11 aprile. Dopo che la terza sezione del Csm ha detto di no
all'unanimita' al suo incarico presso Riscossione Sicilia, si sente un
po' più solo? Questa una delle domande poste ad Antonio Ingroia, dal
sito palermitano www.fascioemartello.it, alla quale il Pm ha risposto
“Diciamo che non è una novità, la solitudine mi ha accompagnato in
tutti gli anni in cui da pm ho fatto indagini scomode e quindi non mi
impressiona più di tanto, quello che mi colpisce è una decisione nella
quale il Csm ha smentito tanti precedenti, ha smentito alcune regole
persino del principio base sul quale il Consiglio superiore della
Magistratura dovrebbe riformarsi, cioè quello di valorizzare al
massimo le potenzialità di cui deve disporre, in questo caso io ho
fatto 25 anni di impegno in Sicilia nell'antimafia, mandarmi ad Aosta
– ha aggiunto Ingroia – non mi pare esattamente in linea con la mia
storia. Davanti alla possibilità di dimettersi Ingroia ha risposto
“non è ancora il momento delle dimissioni, però sono sempre convinto
che ad Aosta andrò solo in villeggiatura, per fare passeggiate in
montagna e quindi cercherò con i rimedi a disposizione di contrastare
questa decisone del Csm che ritengo ingiusta e ingenerosa”.
L'intervista video completa, on line su www.fascioemartello.it

Fascio e Martello
www.fascioemartello.it
fascioemartello@gmail.com

Lascia un commento