Roma 2013: Un valido colloquio con il Dott. Gioacchino Gabbuti – AD di Atac Patrimonio

Un valido incontro con l'AD di Atac Patrimonio S.r.l.

Ieri ho incontrato l'AD delegato di ATAC PAtrimonio Gioacchino Gabbuti, presso il suo ufficio in via della stazione Laurentina, in corrispondenza della relativa stazione.
L'ufficio in questione si trova presso la sede di Atac PAtrimonio Srl, ove la settimana scorsa avevamo depositato istanza di accesso agli atti per chiedere il CV dello stesso AD.

L'istanza pertanto era stata correttamente depositata, checché ne abbiamo commentato alcuni…
Siamo stati circa un'ora a parlare della sua carriera lavorativa e più precisamente della sua attività di AD di ATAC S.p.A. dal marzo 2005 al settembre 2009 e poi di AD di Atac Patrimonio Srl.
L'incontro è stato veramente sereno e costruttivo.
Queste sono le risposte dateci:
Quanto guadagna? 300 mila fissi + 245 mila di bonus
Non le pare troppo, è pronto a ridurlo? Si, ma in un quadro in cui siano rivisti tutti gli stipendi dei manager. Come? prevedendo un fisso e una parte legata ai risultati raggiunti.

Cosa pensa delle proposta del M5S di introdurre un rapporto di 1 a 12 tra il minimo e massimo stipendio? Non mi piace entrare nel merito delle proposte altrui, ma questa mi pare inadeguata rispetto alle responsabilità civili, penali e amministrative che un Manager si assume. Il rapporto corretto è 1 a 40.

Come mai alcuni curricula non sono sul sito? io non lo so, ma le consegno il mio.
Come è stata la sua gestione dell'Acquedetto Pugliese? i bilanci erano in positivo.
E come ha amministrato l'ATAC dal marzo 2005 al settembre 2009? anche in questo caso la gestione era in positivo, sotto tutti i principali fondamentali (utile, fatturato, biglietti venduti, chilometri). Ho ottenuto il break even (passaggio dalla perdita all'utile) Dopo? Dopo non sta a me dirlo, non essendo più mia competenza. I numeri in ogni caso parlano da soli.

Come assumeva ed assume personale? In Atac procedendo con modalità ad evidenza pubblica. Le assunzioni sono state fatte seguendo il rapporto 4 operativi 1 amministrativo, per un totale di 300 circa. In atac patrimonio non ho assunto personale.
E noi a questo punto ci chiediamo.

Come mai in seguito al 2009 i numeri dell'azienda sono fortemente peggiorati? nel 2010 circa 300 mil di deficit e nel 2011 circa 179? Le circa 1000 persone assunte rispettavano il predetto rapporto di 1 a 4 o erano prevalentemente amministrativi? Come sono state scelte?
SINDACO ALEMANNO CI RISPONDI??? PUOI DARE UNA RISPOSTA AI ROMANI CHE DOVREBBERO RIVOTARTI PER PIACERE???
O dovremo cercarci le risposte da soli???
Riprendiamo.

Possiamo conoscere l'inventario di Atac PAtrimonio ed il suo valore? Il valore è di circa 400 mil. Abbiamo predisposto l'inventario e la relativa valorizzazione e lo abbiamo inviato all'Assemblea capitolina, siamo in attesa di approvazione.
Ci qualifica i beni? Uffici, abitazioni,parcheggi.

Le 3 rimesse “Vittoria, San Paolo, Tuscolana. “rappresentano un irripetibile opportunità per un significativo processo di riqualificazione urbana” questo sul sito Atac patrimonio, quindi di fatto significa altri centri commerciali , con relativa distruzione dei piccoli commercianti? Assolutamente no, non diciamo sciocchezze.

Gli obiettivi perseguiti nel programma di Atac Patrimonio, sono: Soddisfare le carenze di verde e servizi nei tessuti residenziali. In che modo? Con quali risorse? E' competenza dei privati realizzare tali servizi. Il mio compito è fare cassa al meglio e ripianare.
Non crede che certe iniziative debbano essere condivise con la popolazione residente, iniziando ad introdurre metodologie di partecipazione dal basso? Tutti questi progetti, seppur buoni, sulla carta, saranno condivisi e discussi coi cittadini? Oppure farete il solito concorso…?

Guardi, sul punto ho un'idea piuttosto precisa: ben vengano tutte le forme di condivisione possibile, ma guai se queste dovessero comportare il rischio di un blocco del processo decisionale. Ascoltiamo tutti, ma poi è il responsabile che deve assumere tempestivamente le decisioni.

Riqualificazione degli edifici e aree degradate, anche attraverso demolizioni e ridisegno degli spazi aperti?
In che modo? Conservare i tessuti edilizi esistenti, parliamo di ristrutturazioni immobiliari?
In taluni casi ci saranno demolizioni e rifacimenti in altri solo ristrutturazioni.
Consolidare la funzione residenziale con le altre ad essa compatibili. Quali sono secondo il DG le altre funzioni compatibili? Dare funzionalità, servizi, abitabiiltà.
Cosa è stato venduto sinora? 4 sottostazioni. 1 Sala d'aspetto a Settecamini, gli uffici di Via Volturno (per una cifra pazzesca), Via Davila, Via Mura Portuense, l'ex deposito di Via Lega Lombarda.

Mi riservo di comunicare l'inventario completo con vendite, beni, valori allorché il Comune avrà approvato il documento da noi inviatogli.

Infine abbiamo parlato anche del tema della mobilità a Roma ed ascoltato alcuni consigli dell'AD Gabbuti, peraltro fortemente in linea con il nostro programma.
E' stato un incontro molto utile e cordiale.
Dopo ci siamo congedati.
Un saluto a tutti i romani.

Il portavoce del M5S – Candidato Sindaco di Roma Cittadino Marcello De Vito

Lascia un commento