LE QUIRINALATE

LE QUIRINALATE

“L'elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi della assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta”

Io mi chiedo del perche’ il costituente volle che l’ elezione del Capo dello Stato fosse l’unica ad aver luogo a Camere unite, 58 delegati regionali ed a scrutinio segreto. Aalresi’ mi chiedo se un’ elezione cosi’ importante per un settenato all’ insegna dell’ Unita’ d’ Italia, trasparenza e neutralita’ politica, possa essere indice di mercatino dell’ usato e patteggiamenti di scambi di poltrone, pre-elezioni Badate bene che non e’ solo il voto che dovrebbe eseere segreto ma anche le candidature, da parte del mondo politico e civico. Condivido in pieno la scelta da parte dei grillini di scegliere il candidato via internet, mi augo solo che il mone non venda pubblicato prima del giorno delle elezioni. Il Parlamento quando e’ chiamato a votare a scrutinio segreto e con tre votazioni qualificate, non puo’ essere condizionato in nessun modo, altrimente diventerebbe un “voto di scambio”. ( ma non e’ sempre stato cosi’ ?) Una cosa e’ certa il Capo dello Stato per rappresentare l’ impazialita’ sulla promulgazione delle leggi, emanare i decreti aventi valore di legge e i regolamenti, prima di promulgare la legge, può con messaggio motivato alle Camere chiedere, nuove deliberazione con messaggi motivati… e l’ Unita’ Nazionale non dovrebbee provenire dal mondo politico, o per lo meno, se realmente si vuole voltare pagina, si candidi qualcuno/a che non abbia preso parte a nessuna legislature.( mavala’) All'elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze, narra la Costituzione. Grandi Elettori ? Certa gente, che non conosce ne’ regolamenti, ne’ Costituzione, non dovrebbe stare in politica. ( ogni riferimento a Renzi e’ puramente casuale) Quella della “grillina” Lombardi, nuovo presidente della Camera:” Napolitano farebbe meglio a fare il nonno ( poi ovviamente come avviene spesso in politichese la frase era stata male interpretata) e’ stata l’ ennesima quirinalata, avrebbe fatto meglio a chiedere ai suoi “grillinini” ( o sufferirlo Lei medesima) di presentare un disegno legge, che porta l’ eta’ minima di candidabilita’ al Quirinale a 40 e la massima a 70. Francamente io ne ho le scatole piene di queste quirinalate e totopresidenziale, si stabilisca che entro un mese dalla scadenza del mandato presisenziale, i gruppi parlamentari depositamo i nominative del loro candidate. PUNTO !

Carlo Zaga

Lascia un commento