PD e PDL faranno il governo insieme

Beppe Grillo li ha portati per mano dove voleva che andassero. La salvezza del paese, l’emergenza, la responsabilità ecc… le scusanti pezze a colori per giustificare l’assemblaggio singolare. In tutto questo il PDL vince dieci a zero partita col PD per aver predicato questa soluzione subito dopo l’esito elettorale. Il PD, come suo solito senza aver calcolato bene né l’andata né tantomeno il ritorno, prima ha negato ogni possibile alleanza di governo col PDL, poi ha finito con l’accordarla. In casa PD si vocifera che monsignor Letta abbia già avviato il conclave con l’avallo della dirigenza. Bersani sarebbe all’angolo aspettando solo di essere pugnalato da tutti Brute quoque. Il PDL cavalcherà propagandisticamente la vittoria di questo braccio di ferro vinto con la negligenza PD per tutto il tempo della legislatura che pretende sia lunga. Lunga perché più tempo durerà più fango sarà buttato sul quello che resta del Partito Democratico per poi dargli il colpo di grazia alle prossime elezioni politiche. Anche al PD servirà una legislatura lunga non fosse altro che per darsi tempo e recuperare un minimo di credibilità agli occhi dell’elettorato. Grillo lo aveva sempre detto che PD e PDL siu sarebbero sposati prima o poi. Ma non c’è da credergli quando afferma che il popolo scenderà in piazza con i forconi se una alleanza di governo PD PDL sarà realizzata. Come anticipato questo era proprio il suo scopo. E poi perché PD e PDL non sbaglieranno. C’è poco da sbagliare oramai date le condizioni del paese. PD e PDL sicuramente adotteranno provvedimenti necessari per il bene comune. Paradossalmente saranno “costretti” a fare le cose perbene per affrontare le emergenze e chi sa se da questo matrimonio forzato non nasca un grande amore. Da cosa nasce cosa…

Lascia un commento