IL BERLUSCONISMO ? UNA DISGRAZIA UNIVERSALE

IL BERLUSCONISMO ? UNA DISGRAZIA UNIVERSALE CHE FARA’ SOFFRIRE ANCORA OVE GLI ITALIANI DOVESSERO CONTINUARE CON LA STESSA TESTA, NON CAPENDO CHE BERLUSCONI HA SIN QUI PRIVILEGIATO ILLEGALITA’, IMMORALITA’ ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA, PRENDENDO PER IL CESTO ANCHE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.

Ormai si è detto tutto ed il contrario di tutto con riferimento al perdurare di una situazione politica che non si era mai determinata in maniera così grave sin dalla costituzione della Repubblica. Non voglio apparire un Pierino, ma come risulta anche da un articolo da me scritto su “Politicamentecorretto” nel lontano 15 giugno 2011 a titolo : “Il momento politico è tragico” che ha avuto ben 5.780 lettori via internet, affermavo che il berlusconismo ci avrebbe portato ad una delle più disgraziate tragedie politiche dalla quale non ne saremmo mai usciti se non attraverso strumenti che poco avrebbero avuto a che fare con la democrazia. Ed oggi, purtroppo, siamo arrivati a questo: tre filoni politici che ostacolano, chi a ragione chi a torto, la formazione di un governo. Anche i tentativi esperiti, come ultima spiaggia, dal Presidente della Repubblica, sembrano non avere esito per cui – e questo è il mio pensiero – è necessario nominare subito il nuovo Presidente della Repubblica stante il fatto che la parte sana di questa politica ha i numeri per nominarlo checché ne dicano quei signori del Pdl che ci hanno portato a questa deriva fallimentare.

Sono infatti del parere che, se il Pdl invoca la grande coalizione con il Pd, ciò lo si deve esclusivamente al fatto che, in questo disegno, esiste solo la necessità di salvare Berlusconi dai suoi gravi guai giudiziari. Ergo, Bersani fa bene a dire NO ! Che dire poi di Grillo ? Io penso che il M5S non ha nessuna voglia di andare alle elezioni in quanto, contrariamente a quanto pure io pensavo, non è che raddoppierebbe i voti in nome di un propagandistico affermato inciucio fra Pd e Pdl, ma addirittura esso dimezzerebbe i suoi numeri dopo che gli Italiani hanno capito che si tratta di gente che sa anche parlare, ma è assolutamente incapace di intervenire anche nelle cose di governo più elementari e, quando lo fa, nasce addirittura lo scontro fra loro.

Per questo dico che è necessario lasciare al nuovo Presidente della Repubblica la facoltà di indire nuove consultazioni, sperando che gli Italiani siano questa volta sufficientemente maturi per capire che un ritorno di Berlusconi significherebbe la morte civile e fisica del Paese.

C’è ancora molto da soffrire: Bersani che mi fa davvero pena per la sua pazienza, ha portato la croce di Cristo e va direttamente o indirettamente premiato. Chissà che, al di la della faccia non proprio fotogenica, comunque molto e molto diversa da quella di Berlusconi, rientri Prodi a salvare il Paese. Come fece attraverso l’IRI, Istituto Ricostruzione Italiana, raccogliendo molte critiche da parte di persone politicamente analfabete ed ignoranti !

ARNALDO DE PORTI

Lascia un commento