GRILLO STA ESAGERANDO. SIN QUI HO APPREZZATO MOLTO LA SUA VOGLIA DI FAR PULIZIA, MA ORA SIAMO ALLA SCHIZOFRENIA EBEFRENICA CHE POTREBBE SORTIRE EFFETTI PERVERSI

Fino all’altro ieri, non lo nego, ho condiviso larga parte del programma di Beppe Grillo, escludendo solo le sue idee avverse nei confronti dell’euro e di UE.

Avevo addirittura scritto in questo giornale che il suo movimento aveva già vinto la sua battaglia, ossia quella volta a far un repulisti di una classe politica spesso corrotta e collusa contro la quale i cittadini non avevano parola in capitolo. Ho atteso poi, sino all’ultimo istante, un ragionamento, da parte di Grillo, dal quale potesse emergere il concetto secondo il quale “non si può fare di ogni erba un fascio” perché, escludendo tutto e tutti, si arriva all’assunto secondo il quale tutti i politici di questo paese costituirebbero tutti, dal primo all’ultimo, un’associazione a delinquere, oltre che incapaci di adempiere al loro mandato.

Che buona parte della politica italiana sia caratterizzata da malavitosi, da mafiosi, da gente indebitamente pagata per premere un bottone in base alle istruzioni di qualche capo, questo è vero, come è vero però che fra questi ci sono anche tante e tante persone per bene, oneste, che si prodigano con ogni mezzo per il bene comune, anche se sopraffatte purtroppo da numeri ottenuti non certo attraverso un sereno consenso popolare, ma piuttosto attraverso la corruzione, il pagamento, il posto nel transatlantico e quant’altro.

Mi domando cosa potrà succedere adesso dopo la completa chiusura di Grillo nei confronti di Bersani, che, mi si passi almeno questo da parte dei grillini, non si può certamente annoverare fra le persone disoneste.

Cosa potrà fare M5S da solo ? Forse pensa di tornare al voto per prendere il doppio dei consensi ? Senza rendersi conto che, nel frattempo, il Paese potrebbe collassare senza più alcuna possibilità di raddrizzarsi, non pagando più le pensioni, aumentando la disoccupazione, nella speranza non del tutto scontata che lo Stato sia costretto a fare dei prelievi forzati sui nostri conto correnti, come sta succedendo per Cipro ?

Non sarà che il tirare troppo la corda da parte di Grillo, attraverso i suoi portavoce che oggi hanno offeso Bersani dicendogli che parlava come quelli di Ballarò, possa determinare una situazione peggiore rispetto a quella che ci pareva lasciata alle spalle ? L’obiettivo di Grillo infatti, che richiede tempi lunghi, nel frattempo potrebbe maturare tanta fame presso gli Italiani, i quali, dopo averlo apprezzato sino ad ora come ha fatto il sottoscritto, potrebbero in seguito linciarlo, nel bel mezzo di una possibile guerra civile !?

Non mi sono piaciuti certi suoi portavoce, specialmente certe donne, le quali hanno mostrato di avere delle lingue taglienti e maleducate, tanto da farmi venire in mente certune del Pdl che, nei vari talk show, sparavano a zero contro le persone per bene…Non sarà che Battiato, dicendo le parolacce che sappiamo e che io non approvo, avrà voluto riferirsi a queste, magari usando aggettivi non proprio qualificativi nello specifico, ma riconducibili ad uno sfogo, come quando si dice…”porca-puttana o governo ladro…?”

Io non so cosa dirà venerdì Bersani al Capo dello Stato, pur sperando che si trovi un escamotage per non ritornare al voto. So però con assoluta certezza che, ove Grillo non si decida a cambiare registro, l’Italia potrebbe piombare in una conflittualità sociale senza precedenti e che, il primo a subirne le conseguenze, sarà proprio lui.

Perché fin che si…ride e si scherza tutto va bene, ma quando manca il pane c’è chi perde la testa…

Grillo, ricordati che anche i bilanci moto positivi, hanno un passivo… che, ove tu non avessi preso in considerazione anche questo, potrebbe farti fallire. E con te, anche il nostro Paese che ti ha dato da vivere. Ed anche molto bene.

Arnaldo De Porti.

Lascia un commento