Bondi: Zanda è per l’ineleggibilità  di Berlusconi. Avanti così e l’Italia sarà  nel caos

La nota del coordinatore nazionale del Pdl

“Ma che bravo Zanda: con poche parole responsabili ha dato un contributo fondamentale all’avvio di un confronto civile e rispettoso fra le forze politiche”. Lo ha affermato, in tono ironico, il coordinatore del Pdl Sandro Bondi, riferendosi alle parole pronunciate dal capogruppo al Senato del Pd (‘Ho detto più volte che Berlusconi per me è ineleggibile. Quando sarà il momento i senatori del Pd decideranno ma se io sarò in giunta voterò per l’ineleggibilità’).

La soluzione é semplice: dichiarare l’ineleggibilità del leader di uno dei partiti più rappresentativi del nostro Paese, un leader politico che é stato più volte Presidente del Consiglio e al vertice dei più autorevoli consessi internazionali. Avanti di questo passo e presto l’Italia precipiterà nel caos più totale”.

Lascia un commento