CS SCHIRRU (PD): espropri: il Governo intervenga sui debiti dei Comuni

Roma 17 dicembre 2012
“Sulla annosa questione degli indennizzi dovuti ai proprietari di terre espropriate dai Comuni e mai pagati per mancanza di fondi, ho presentato una interrogazione al Ministro dell'interno e al Ministro dell'economia e delle finanze, firmata dai colleghi parlamentari sardi del PD. La situazione economica-finanziaria in cui versano gli enti locali è andata sempre più peggiorando, in considerazione dei tagli ai conti pubblici dei bilanci e dei vincoli di spesa sempre più stringenti imposti con il patto di stabilità interna. Ciò, con un aggravio di competenze cui non corrisponde una adeguata implementazione dei fondi che mette a rischio l'organizzazione efficiente dei servizi ai cittadini.
Le amministrazioni pubbliche, si trovano, senza colpa e responsabilità, a sostenere oneri molto più elevati rispetto a quelli previsti in sede di avvio delle procedure espropriative e che diventano talmente onerose da rendere impossibile il risarcimento, come accade a molti comuni italiani, tra cui Villasor (CA) e tanti altri comuni della regione Sardegna. Ciò deriva essenzialmente dal fatto che le Corti europee hanno vanificato le previsioni contenute nella legislazione nazionale sui criteri di determinazione degli stessi indennizzi, che sono quindi risultati enormemente più gravosi rispetto a quanto stabilito in sede nazionale.
In carenza dei fondi necessari il comune perciò decide di indebitarsi ove possibile, oppure dichiara il proprio fallimento, e il cittadino non vedrà tutelato il suo diritto ad essere risarcito nei modi e nelle forme previste dalla Costituzione e dalla legge.
Abbiamo pertanto chiesto ai Ministri quali iniziative intendano assumere per garantire alle amministrazioni interessate la possibilità di pagare i debiti pregressi, in modo che i cittadini espropriati a loro volta conseguano il giusto indennizzo. Inoltre, se non sia utile prevedere che gli importi dovuti possano rientrare tra le fattispecie dei debiti di cui all'articolo 8, comma 6-bis, del decreto-legge 10 ottobre 2012, n. 174 recante disposizioni urgenti in materia di finanze e funzionamento degli enti territoriali, cioè non validi ai fini del patto di stabilità interno e utilizzati esclusivamente per l'estinzione anticipata del debito.”

Onle Amalia Schirru
339 3764324

Amalia Schirru

schirru_a@camera.it
www.amaliaschirru.it

Lascia un commento