CS SCHIRRU (PD):SLA: Il Governo ascolti i disabili

“Digiuno totale e vergogna di essere italiano: vorrei che il grido delcagliaritano Salvatore Usala, membro della Commissione regionale perla SLA, risuonasse assordante per il Governo. Abbiamo faticato tantoanni fa per far approvare un ordine del giorno a mia prima firma cheimpegnava il Governo a vincolare una quota dei fondi per la nonautosufficienza alla forma di assistenza sociale indiretta, graziealla quale le famiglie avrebbero potuto assumere un assistentefamiliare debitamente formato. 100 milioni di euro da destinare aimalati di SLA, per assicurare un'assistenza sanitaria e sociale 24 oresu 24, risorse che le Regioni avrebbero dovuto ricevere e modularesecondo i reali bisogni delle persone e delle famiglie.È incomprensibile lo scippo di una posta di finanziamento adestinazione vincolata ed è assurdo vedere i malati costretti ad unosciopero della fame per affermare il loro diritto a vivere. Sconvolgetanta insipienza, negligenza amministrativo-contabile e insensibilitànell'assumere una decisione politica non decisiva per salvaguardare isaldi del bilancio, ma con conseguenze di grande sofferenza perpersone già sfinite e segnate dalla malattia più terribile, che nontrova medicina ma richiede cura ed assistenza finché c'è vita.Il Governo deve ascoltare l’appello delle Associazioni, dei malati,che attraverso un documento condiviso portano l’attenzione sullescelte da intraprendere sulle diverse disabilità prima che si rischidi immobilizzare questo paese senza riuscire a salvarlo dalla crisi.Auspico che l’incontro, di per sé positivo, tra la Ministra Fornero eSalvatore Usala sia foriero di risultati concreti: spero che leistituzioni si accorgano della battaglia unitaria che stiamocompiendo, peraltro già iniziata con gli emendamenti presentati allaCommissione Affari sociali della Camera per correggere la legge distabilità. Come Deputati, ci riteniamo impegnati ancora a farpressione sul Governo affinché tenga fede agli impegni assunti e amonitorare gli sviluppi in sede parlamentare.”

On.le Amalia Schirru

Lascia un commento