Mondiali Universitari a Kazan: titoli mondiali per doppio e due senza

ROMA, 09 settembre 2012 – Due ori, due argenti ed un bronzo per l'Italia al termine dei Mondiali Universitari con secondo posto nel medagliere alle spalle della Germania. E' questo il bilancio del team del DT Paolo Dinardo dopo tre giorni di regate nel campo di regata di Kazan (Russia). Sono campioni mondiali il due senza (Davide Babboni, Luca Parlato) ed il doppio (Francesco Cardaioli, Federico Ustolin). Seconda posizione per il quattro senza PL (Marcello Nicoletti, Corrado Regalbuto, Luca Motta, Giorgio Tuccinardi) ed il doppio PL (Francesco Pegoraro, Francesco Rigon). Terza Laura Schiavone nel singolo femminile.

Titolo mondiale per Babboni e Parlato nella specialità del due senza. Gli atleti della Marina Militare compiono un autentico capolavoro: quarti dopo i primi 500 metri, mettono il turbo nella seconda parte di gara e, a 250 metri dal traguardo, piazzano il decisivo allungo per superare i francesi Demey e Robinet chiudendo in 6'37''35 (1''16 sulla Francia). Vittoria anche per Cardaioli (Can. Padova) e Ustolin (Saturnia Trieste), quest'ultimo al secondo titolo iridato consecutivo dopo Szeged 2010 (singolo). La coppia azzurra, nel doppio, impiega poco più di 500 metri per carburare e poi infila rispettivamente Francia e Russia. Sul passo incrementano la loro azione e vanno a vincere in 6'21''27: 2''63 sui russi e 5''90 sui francesi. Terzi dopo i primi mille metri, Pegoraro (Sisport Fiat) e Rigon (Sile Treviso) trovano la forza per recuperare ed eliminare dalla corsa per l'argento gli ungheresi Matyasovszki e Pozsar. Oro per la Germania. Nel quattro senza PL, il testa a testa Francia-Italia sorride ai transalpini: 3''25 la differenza all'arrivo con soddisfazione, comunque, per gli azzurri Nicoletti (Moto Guzzi), Regalbuto (CUS Pavia), Motta (Armida) e Tuccinardi (Forestale). Nel singolo femminile Laura Schiavone (Irno) conferma il bronzo ottenuto due anni fa in Ungheria: sempre seconda, dietro la ceca Antosova, non riesce nel finale a evitare il sorpasso dell'olandese Scheenaard.

Nel singolo Pesi Leggeri Andrea Micheletti si piazza al quarto posto dietro l'ungherese Galambos, il polacco Lesniak e lo svizzero Schmid. L'azzurro, quinto ai 1000 metri, rimonta una posizione ma resta a 4''35 dal podio. In quarta posizione termina anche l'avventura del doppio di Federica Menegatti e Selene Gigliobianco: vittoria per la Germania, argento Ungheria e bronzo Repubblica Ceca. Un'eccezionale seconda parte di percorso non è sufficiente al quattro senza per centrare l'obiettivo medaglia: Simone Martini, Simone Ferrarese, Vincenzo Abbagnale e Jacopo Palma si piazzano quarti a 1''36 dalla Polonia con la Germania brava a laurearsi campione del mondo.

Nelle foto Canottaggio.org ©: il doppio Ustolin e Cardaioli; il due senza Parlato e Babboni; il doppio PL Pegoraro e Rigon; il quattro senza PL; Laura Schiavone (cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Lascia un commento