L’Ilva e la strategia della tensione

www.felicebelisario.it

L’Ilva e la strategia della tensione

Fare leva sulla paura dei lavoratori, usando l'arma del ricatto nei confronti dello Stato. E' la 'strategia della tensione' con cui i vertici dell'Ilva puntano a tenere aperto l'impianto di Taranto, e poco male se è una fabbrica che inquina, che avvelena, che uccide. Il messaggio, forte e chiaro nella sua arroganza, l'ha lanciato il presidente dell'Ilva, Ferrante, già prefetto della Repubblica: “Chiudere Taranto significa chiudere anche Genova e Novi Ligure”. Poche parole di una disarmante chiarezza, e chi deve capire capisca.
Vai all'articolo

Lascia un commento