Dalla malattia alla salute con l’alimentazione

Dalla malattia alla salute con l'alimentazione

Ciao a tutti gli amici di Beppe Grillo, sono Leonardo Rubini e torno per la seconda volta a occupare questo spazio sui legami tra alimentazione e salute. La scorsa volta ho raccontato la mia storia, che vi riassumo: nel 1997 mi è stata diagnosticata una malattia cronica intestinale, la rettocolite ulcerosa. Dopo anni, ricoveri, medicinali, medicine alternative, ho provato un po’ di tutto, pur di non stare male e soprattutto per uscire dal pensiero di avere una malattia cronica per tutta la vita. Nel 2009, ho avuto la fortuna, grazie al supporto di un medico, di scoprire che attraverso la semplice alimentazione è possibile portare in remissione questo tipo di malattie.

[continua]
Formigoni lo dimettiamo noi

Perché chiediamo le dimissioni immediate di Formigoni con una giornata nazionale il 7 luglio prossimo? Perché come da notizia riportata da molti giornali risulta indagato per corruzione e finanziamento illecito ai partiti, in relazione ai rapporti equivoci con Daccò, il quale è accusato della bancarotta del San Raffaele e di aver sottratto oltre 70 milioni di euro alla fondazione Maugeri.

[continua]

Gli astenuti
leggi il post

di davide lak (davlak) (Voti: 72)

per quelli che contestano le affermazioni di BEPPE su SIRIA e IRAN nella nota intervista.
ho qualche domandina:

avete mai mandato una mail (dico UNA MAIL) all'ambasciata americana per chiedere di fermare l'esecuzione di Teresa Lewis, disabile giustiziata in VIRGINIA con una iniezione letale?
no, vero?

avete mai protestato per la crudeltà della polizia statunitense? per esempio, vi è mai fregato qualcosa che un mese fa 6 poliziotti a LOS ANGELES hanno ammazzato di botte un barbone che in pratica è morto con le stesse modalità del povero FEDERICO ALDROVANDI (compressione toracica e percosse di inaudita violenza)?
no, vero?

vi ha mai infastidito i fatto che le condanne a morte in USA vengano eseguite davanti a un pubblico di giornalisti e parenti vittime del condannato?
no, vero?

avete mai detto una parola sull'operazione PIOMBO FUSO con cui ISRAELE ha massacrato donne, anziani e bambini palestinesi?
no, vero?

e FALLUJAH vi dice niente?
un tentativo perfettamente riuscito di emulare la distruzione biblica di SODOMA E GOMORRA, arse nel fuoco insieme ai loro abitanti…
no, vero?

e di ABU GRAIB qualcuno ricorda qualcosa?
no, vero?

e delle bombe a frammentazione lanciate su popolazioni che non hanno mai torto un capello a un singolo americano…vi sovviene qualcosa?
no, vero?

e di GUANTANAMO…avete mai protestato, o almeno espresso una parola di condanna per la barbarie di GUANTANAMO?
no, vero?

beh…carissimi PALADINI della GIUSTIZIA E DEI DIRITTI A SENSO UNICO…
vogliate gradire il mio più sentito VAFFANCULO.

Richiesta di aiuto per mio figlio

di I. A.

Buongiorno Beppe, Vorrei chiedere il Suo aiuto per far conoscere la storia del mio bambino e permettergli di avere un futuro come tutti gli altri o almeno quasi! Sono la mamma di un tenero bimbo di 8 anni, nato sanissimo ma che a sole tre settimane di vita è stato colpito da una subdola infezione bronchiale sfociata poi in setticemia. Abitiamo a Givoletto in provincia di Torino. Oggi il mio bambino si ritrova con dei danni cerebrali e a tutt'oggi non cammina non parla, ma noi non perdiamo le speranze anche perchè anzichè arrenderci all'ineluttabilità delle sentenze dei medici che non hanno mai dato speranze positive ci siamo sempre dati da fare. Facciamo terapia riabilitativa a casa da tanti anni che hanno dato dei risultati insperati, ma perchè queste terapie abbiano effetto dobbiamo ricorrere a trattamenti molto costosi quali terapia Adeli in Slovacchia, la terapia iperbarica, il Cro-System e idrokinesiterapia. Fino ad oggi ci siamo arrangiati con le nostre risorse economiche, ma ultimamente non riusciamo più, anche perchè ho dovuto lasciare il mio posto di lavoro per poter accudire il bambino; per questa ragione abbiamo creato un sito internet dove raccontiamo la storia del bimbo per raccogliere fondi e per informare altre famiglie che si trovano nelle nostre condizioni.
Vorrei chiederLe se è possibile far conoscere al Suo pubblico la storia di mio figlio e sensibilizzarlo allo scopo di poter raccogliere fondi necessari per sostenere queste costosissime terapie di riabilitazione del bambino. In febbraio di quest'anno siamo apparsi al telegiornale di una TV locale della nostra regione Rete Canavese (Piemonte), ma non abbiamo avuto grossi riscontri. A Sua completa disposizione per ulteriori informazioni.

Contratti a termine

di L. S.

Ciao Beppe, in questo Paese dove ogni giorno mi sveglio e vedo gente incapace che riesce a truffare lo stato io vengo sempre truffato dallo stesso stato essendo un lavoratore onesto.
Di tutte le nefandezze che ho subito ora siamo all'apice, devo fermarmi due mesi dal lavoro, sempre che rientrerò, e farmi pagare la disoccupazione dallo stato (che non ha una lira) invece di continuare a lavorare e farmi pagare dall'azienda dove lavoravo che pur di non assumermi a tempo indeterminato ha preferito mettere a rischio un intero settore e limitare le ferie ai miei ex-colleghi.
Grazie Fornero

Ps: lavoravo e forse continuerò per una delle maggiori Televisioni Italiane quella dove parlano da mattina a sera di politica e non concludono un caz… ed ora è pure in vendita.
Un tempo facevo il cameraman in nero in parlamento (per il servizio pubblico ovvero mamma R..) era meglio non avevo pensione e diritti ma almeno avevo il lavoro.
Ne ho di storie di vita vissute nei palazzi romani, lavorandoci ho capito quanto il popolo è inconsapevole di come quotidianamente viene raggirato solo la rete può salvarci.

Pps: le televisioni parlano sempre degli altri mai di se stesse e di quanto fanno con i loro dipendenti

Lascia un commento

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy