I muri

I MURI

I muri mentali sembrano insormontabili, ma prima o poi crollano. Non ci crederete, ma c'è ancora chi vota Lega e UDC e crede che Andreotti sia stato assolto e non prescritto.
Arriva il taxi. Salgo.”Torino Porta Nuova”. Il tassista ha voglia di parlare. I tassisti si dividono in due categorie: quelli del saluto secco e quelli che non ti mollano per tutta la corsa. Questo apparteneva alla seconda categoria. Parla, parla… e a un certo punto mi tira in ballo la Tav in Val di Susa. “Eh, si lei hai ragione su molte cose (senza però citarne neppure una), ma questi anarco insurrezionalisti dove li mette? Fanno bene a tenerli in galera!”
“E' gente normale che difende il suo territorio… e la Tav è inutile, costa 22 miliardi per una linea in cui il traffico merci è in diminuzione da 15 anni. E poi c'è già una linea…”
“Guardi, questo non lo so, ma il progresso non si può fermare, eh poi questa storia dell'amianto, ma quanto amianto abbiamo qua a Torino, se lei sapesse, e io sono arrivato a 65 anni”.

[continua]
IL VIAGGIO DI ANTONELLO VENDITTI

“Mi fa piacere che Grillo abbia citato la mia canzone che racconta la storia democratica di questo Paese. Ha ragione Grillo generalmente è stato così, naturalmente c'è bomba e bomba. La mia era una canzone che raccontava un viaggio, un'avventura che sembrava impossibile e che invece si è poi rivelata possibile: l'arrivo della democrazia a Roma. In 'Bomba o non bomba' il viaggio partiva da Bologna e seguiva diverse tappe. Quello di Grillo invece comincia da Parma. E' il cammino di Grillo e di tante persone che sperano che ci sia la democrazia in Italia''

[continua]

Bomba o non bomba, arriveremo a Roma
leggi il post

di Marco ., Torino (Voti: 134)

Come ex carabiniere sento l'impotenza di quel periodo, voler fare qualcosa per il paese e invece andar a fare multe o perder tempo con stupidi interventi., Cosa è cambiato dal 1990 ad oggi? NULLA , ma il cambiamento è in atto…. IO VOTO M5S ciao

Chiarimento sulle elezioni a Parma

di C.B.

Caro Beppe,
nella prima pagina della Gazzetta di Parma di martedì scorso il direttore Molossi titolava a prima pagina: “Ha vinto Grillo, Pizzarotti sindaco”: questa è la dimostrazione lampante di come tuttora, ai vari livelli della nostra società civile, in pochi abbiano ancora capito il ruolo di Beppe Grillo nella nascita e nel successo del MoVimento 5 Stelle. Il signor Beppe Grillo, genovese e comico, non ha vinto nulla, e questo va precisato per l’ennesima volta. Hanno vinto, in questo caso, i cittadini di Parma che sono andati a votare e hanno scelto il loro sindaco, Federico Pizzarotti. Uno di loro, uno di noi. La vittoria di Federico è la vittoria e il premio per lo straordinario impegno di tutti quei ragazzi e ragazze, cittadine e cittadini di Parma che da domani si siederanno nella sala del Consiglio del nostro Comune a nostro nome. Per fugare eventuali dubbi, voglio precisare che non sono un militante “ufficiale” del MoVimento, piuttosto ho deciso liberamente di espormi in prima persona a favore del MoVimento fin da tempi non sospetti, sostenendo con forza negli ultimi mesi i candidati a 5 Stelle col passaparola ad amici, parenti e conoscenti. Ora, orgoglioso del mio contributo di libero cittadino, ho una voglia matta di vederli all’opera. E di impegnarmi ancora per la mia città per ciò che potrò fare come libero cittadino. Mi auguro che il verdetto epocale che ci hanno restituito le urne di Parma il 21 maggio 2012 serva davvero da lezione a tutti, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ai politici cosiddetti di mestiere e fino a tutti i giornalisti, Molossi compreso, per i quali il MoVimento 5 Stelle era poco più del ronzio di una zanzara prima del 14 maggio. Se ne ricorderanno forse un giorno, ma come sempre sarà troppo tardi.

Grazie da uno dei “cervelli” emigrati

di L.S.

Caro Beppe,
ho 28 anni e sono un medico emigrato all´estero (in Germania) quasi 3 anni fa, alla delusione di non essere entrata nelle scuole di specializzazioni che, anche le pietre sanno,sono perfettamente truccati, ma da una vita. Perche´ se non hai la briscola,un cognome o una conoscenza politica, te lo puoi sognare. Ti scrivo perchè ho appurato da youtube e dal tuo blog tutto quello che sta accadendo in Italia, e devo dirti grazie, perchè tu dici apertamente per la prima volta tutto quello che noi italiani, soprattutto noi giovani italiani, pensiamo. Dai voce alla delusione, all´insofferenza generale, e alla sfiducia che ahimè è ormai dilagante. Le tue parole danno speranza, fanno sperare un Paese dove possa davvero esistere la meritocrazia, la giustizia, e la correttezza. Fai sperare a chi, come me, vive all´estero, che si possa un giorno tornare in Italia, con le stesse condizioni di benessere di 20 anni fa. Forse finalmente sta cambiando. Si sta muovendo qualcosa. Adesso ci credo anch´io! Mi hai ridato fiducia, e non credo che ci sia qualcosa di più grande. Suonagliele e sappi che io voterò il Movimento 5 Stelle.

Lascia un commento