LIBERTA RELIGIOSA

Una legge urgente, inutile, impossibile?

Il 15 maggio a Roma un Convegno promosso dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI)

Presidente FCEI Massimo Aquilante:

“Sarà una giornata di studio a tre voci: religiosi, giuristi e politici”

Apre il Convegno il vicepresidente del Senato Vannino Chiti

Roma, 11 maggio 2012 (NEV-CS15) – “Una legge sulla libertà religiosa. Urgente, inutile, impossibile?”: questo il titolo del Convegno di studio promosso dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) che si terrà il prossimo 15 maggio a Roma presso la Sala della Mercede della Camera dei Deputati (via della Mercede). Scopo dell'iniziativa: richiamare il legislatore su un tema cruciale da troppo tempo lasciato ai margini. Il Convegno è organizzato in collaborazione con la Commissione delle chiese evangeliche per i rapporti con lo Stato (CCERS) e il Dipartimento per la Libertà religiosa dell’Unione italiana delle chiese cristiane avventiste del 7° giorno (UICCA).

“Sarà una giornata di studio a tre voci: esponenti del mondo delle religioni, della politica e autorevoli giuristi si confronteranno sul tema della libertà religiosa – ha anticipato il pastore Massimo Aquilante, presidente della FCEI -. Come emerso a conclusione del nostro Convegno per i 150 anni dell'Unità d'Italia, apertosi al Quirinale alla presenza del Capo dello Stato e svoltosi al Senato lo scorso 22 novembre, si tratta di un tema oggi non più eludibile, che per migliaia di persone mette a repentaglio la fruizione di un diritto fondamentale previsto dalla nostra Costituzione”.

Il Convegno sarà aperto dal vicepresidente del Senato Vannino Chiti. Dopo le relazioni di Anna Nardini, coordinatore dell'Ufficio studi e rapporti istituzionali della Presidenza del Consiglio, e del prefetto Sandra Sarti, direttore centrale degli affari dei culti del Ministero dell'Interno, la mattinata vedrà intorno ad una tavola rotonda i giuristi Francesco Margiotta Broglio (Università di Firenze), Silvio Ferrari (Università Statale di Milano), Marco Ventura (Università di Siena) e Gianni Long (LUISS, già presidente FCEI). Nel pomeriggio, sul fronte delle comunità di fede invece, l'accento sarà posto su casi di studio specifici: una tavola rotonda vedrà a confronto Tiziano Rimoldi (UICCA), Franco Di Maria (Unione induista), Mariangela Falà (Unione Buddhista italiana), Yahia Pallavicini (COREIS). A concludere i lavori sarà una tavola rotonda con rappresentanti delle forze politiche. Hanno confermato la loro partecipazione Lucio Malan (PDL), Vincenzo Vita (PD), Sandro Oliveri (MPA), Benedetto Della Vedova (FLI), Fabio Mussi (SEL), Fabio Evangelisti (IdV) e Donatella Poretti (Radicali).

In materia di libertà religiosa la legislazione vigente è quella del 1929 e del 1930, abbondantemente emendata dalla Corte Costituzionale nelle sue parti più illiberali. Da oltre vent’anni in sede politica si discute di una “legge quadro” e di specifici progetti di legge senza che questo, però, abbia prodotto significativi risultati; allo stesso tempo da anni sono bloccate in Parlamento sei Intese ai sensi dell’articolo 8 della Costituzione.

Lascia un commento