Site icon archivio di politicamentecorretto.com

TERZA PROROGA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE, APPELLO AL GOVERNO E AL PRESIDENTE NAPOLITANO: BLOCCATE LA BARBARIE ANTIDEMOCRATICA DELL’EMENDAMENTO SCANU-SALTAMARTINI. E SE PASSA, MANIFESTAZIONE A ROMA

Ultimissime dalle Commissioni I e V del Senato. Presentato questa mattina congiuntamente dai senatori SCANU (Pd) e SALTAMARTINI (Pdl) il seguente emendamento:

Al comma 1, alla lettera a) premettere le seguenti:

0a) all’articolo 1476, commi 2 e 3, sostituire ove ricorrono le parole: “ufficiali, sottufficiali e volontari” con le seguenti: “A) Ufficiali, B) Marescialli, C) Sergenti/Sovrintendenti e Graduati/militari di truppa”;

01a) all’articolo 1477, al comma 3, sostituire le parole:“immediatamente rieleggibili una volta” con le seguenti: “rieleggibili due sole volte”

Conseguentemente al comma 1, dopo la lettera C) inserire la seguente:

c-bis) all’articolo 2257, aggiungere, in fine, il seguente comma“1-bisI procedimenti elettorali per il rinnovo dei Consigli di rappresentanza devono concludersi entro il 15 luglio 2012” .>>

In altri termini, se il Governo non interverrà con decisione:

1) si limitano gravemente, rispetto a quanto disposto nel 1978 dalla legge 382, i diritti di elettorato dei cittadini militari, che NON POTRANNO MAI PIÙ RICANDIDARSI se sono stati delegati già tre volte;

2) si afferma che le elezioni dei Consigli dell’undicesimo Mandato dovrebbero concludersi entro il 15 luglio 2012, ben sapendo che QUESTO Ã^ LETTERALMENTE IMPOSSIBILE e la previsione della nuova categoria sovrintendenti, con la conseguente necessità di rivedere le tabelle per tutti FARÀ SLITTARE L’ENTRATA IN CARICA DEI NUOVI COCER ALMENO ALLA

RIMAVERA DEL 2013;

3) per quanto appena detto, SI PROROGANO DI FATTO GLI ATTUALI ORGANISMI DEL X MANDATO ALMENO FINO ALLA PRIMAVERA DEL 2013;

4) SI SARÀ IMPEDITO AL PARLAMENTO DI SVOLGERE IL SUO SACRO DOVERE ISTITUZIONALE di discutere con attenzione novità cose delicate, come sono tutte quelle che riguardano, le forze armate e di polizia, approfittando vergognosamente del decreto milleproroghe;

5) si sarà ancora una volta VILIPESO L’ARTICOLO 52 DELLA COSTITUZIONE, lasciando in carica per la terza volta consecutiva delegati militari non legittimati dal voto e impedendo alle Camere di esercitare il loro potere/dovere di impulso, di approfondimento e di controllo.

Chiediamo al presidente del Consiglio Monti, al ministro della Difesa, Di Paola, e, in ultima istanza, al Capo dello Stato Napolitano di impedire con la loro alta autorità questo ulteriore inaudito e inaccettabile scempio di democrazia.

Comunichiamo, inoltre, che abbiamo iniziato l’organizzazione di una MANIFESTAZIONE PUBBLICA A ROMA PER DIFENDERE

L’ARTICOLO 52 DELLA COSTITUZIONE.

GIUSEPPE FORTUNA

Presidente Comitato Articolo 52

Militari tra la Gente

giuseppefortuna@hotmail.com
+39.340.2813453
v

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Exit mobile version