E SE PENSASSIMO ANCHE A VELTRONI IN CONTESTUALITA’ CON MONTI ?

Beh., visto che nessuno lo dice per mascherare un’oggettiva ipocrisia riconducile al timore di infastidire chi potrebbe essere potenzialmente utile per eventuali alleanze (il terzo polo infatti resta sibillino quanto a decisioni, come lo è l’insignificante gruppetto dei pannelliani), mi butto subito io in una considerazione seria, onesta, “fregandomene” di infastidire qualcuno. Perché qui c’è di mezzo l’Italia !

Oggi, le opposizioni tutte devono mettersi urgentemente insieme; quindi sia il terzo polo che i vari Bersani, Di Pietro, Vendola devono con molta chiarezza creare le condizioni per mandare a casa urgentissimamente Berlusconi, evitando nel contempo che a capo di un eventuale governo ci sia un Alfano al posto di Berlusconi. O anche un Maroni che è il migliore esponente delle destre. Perché altrimenti sarebbe come prenderci tutti per i fondelli. E non parliamo di un eventuale Schifani…

In questo momento il Presidente della Repubblica ha detto che ci sarà un nuovo governo a breve ed aggiunge che, se ciò non avrà luogo, si andrà alle elezioni.

In relazione a quanto dice Napolitano io penso che le elezioni costituirebbero una calamità per l’Italia in quanto il Paese ha bisogno di un provvedimento immediato pena il default, mentre le elezioni, tenuto conto della campagna elettorale, richiederebbero come minimo 4-5 mesi, il che sta a significare che non ci solleveremo più dal fallimento.

Una cosa mi spaventa. Il governo sfiduciato non faciliterà il compito e, conoscendo i soggetti che lo compongono, (il deputato Marsilio del Pdl, parla di colpo di stato…) alimenterà una tale conflittualità sociale da rendere impossibile, alle fasce deboli, di capire realisticamente quanto sta accadendo.

Le opposizioni non trovano un uomo forte e rappresentativo tranne quello di Monti ? Non credo che il problema sia essenzialmente questo perché, a mio avviso, un Veltroni avrebbe tutte le carte in regola, ma anche la dignità istituzionale, per reggere una parentesi transitoria che possa coagulare alcune forze politiche. Io penso infatti che Veltroni sia una persona seria, fortemente rappresentativa, decisa e rispettata ovunque. Ditemi voi se c’è qualcuno che potrebbe dire un “et” in negativo nei confronti di questo esponente politico che, oltretutto, è anche un personaggio di altissima sostanza e diplomazia dialettica.

Se non si decide subito, è finita per l’Italia.

Lascia un commento