Tre medaglie ed altre due barche ai Giochi Olimpici per l’Italia

Splendido argento per il quattro senza pesi leggeri nelle specialità olimpiche,
a Londra 2012 anche due senza e quattro di coppia maschile.
Trionfo del ‘due con’, secondo Pietro Ruta nel singolo leggero

BLED, 02 settembre 2011 – Sorride l’Italia dopo la seconda giornata di finali a Bled (Slovenia) dove, sino a domenica, si svolgono i Mondiali Assoluti di canottaggio. Nelle specialità olimpiche arrivano la medaglia d’argento del quattro senza pesi leggeri (Daniele Danesin, Andrea Caianiello, Marcello Miani, Martino Goretti) e le qualificazioni ai Giochi Olimpici di Londra 2012 del quattro di coppia (Paolo Perino, Simone Venier, Matteo Stefanini, Rossano Galtarossa) e due senza (Niccolò Mornati, Lorenzo Carboncini). Nelle specialità non olimpiche, c’è la conquista del titolo mondiale nel due con (Vincenzo Capelli, Pierpaolo Frattini, tim. Niccolò Fanchi) ed il secondo posto del singolista leggero Pietro Ruta. Questi risultati si aggiungono alla medaglia d’argento conquistata ieri dal due senza pesi leggeri, sono ora quattro (quattro senza pesi leggeri, due senza e quattro di coppia maschile, due senza femminile) le barche qualificate a Londra 2012.

Gli azzurri del quattro senza pesi leggeri non tradiscono le attese. Dopo l’argento in Coppa del mondo, le vittorie in batteria e semifinale, chiudono il loro Mondiale a 1’’23 dall’Australia. Decisivo l’attacco di Skipworth e compagni ai 1200, ma bravissimi Goretti (Fiamme Oro), Miani (Forestale), Caianiello (Fiamme Oro) e Danesin (Forestale) a crederci sino alla fine ed a respingere gli attacchi della favorita Gran Bretagna. Fuori dal podio (quinta) la Danimarca, oro a Pechino 2008. Un grande risultato per il CT Giuseppe Polti, considerato che questa barca, con l’innesto di Miani, è stata costruita soltanto dopo il sesto posto a Monaco di Baviera (fine maggio).

“La dedico agli alluvionati del Veneto”. Il padovano Rossano Galtarossa, un oro, un argento e due bronzi olimpici, conquista il pass virtuale (si qualifica la barca, non l’atleta) per la sua sesta Olimpiade (la prima a Barcellona 1992) insieme ai finanzieri Stefanini e Venier ed al genovese Perino (Sportiva Murcarolo). Per otto centesimi, il quattro di coppia azzurro centra la finale ai danni della Nuova Zelanda classificandosi alle spalle di Germania ed Australia. Nella parte centrale del percorso vengono poste le basi per la qualificazione e domani, alle 12:39 insieme anche a Croazia, Polonia e Russia, ci sarà l’atto conclusivo della competizione.

Bella prova anche per il due senza di Mornati (Aniene) e Carboncini (Fiamme Oro) che sente bene la barca (buon ritmo, buon assieme) in semifinale e la qualifica per le Olimpiadi piazzandosi dietro la Nuova Zelanda. Subito dopo il quattro di coppia, alle 12:52, domani in finale toccherà a loro insieme a Gran Bretagna, Canada, Germania e Grecia.

Il ‘due con’ si laurea campione del mondo al termine di una regata palpitante. Ai 1500 azzurri lontani tre secondi dall’Australia, poi Frattini, Capelli (entrambi Aniene) ed il timoniere Fanchi (Gavirate) cambiano marcia e firmano un gran capolavoro. Primo posto in 6’56’’45 davanti ad australiani e Canada. Secondo posto per il singolista leggero Ruta (Marina Militare), anch’egli bravo a concretizzare la rimonta ai danni di Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Domani, oltre alle finali di quattro di coppia e due senza maschile, ci sarà la possibilità di qualificare altre tre barche a Londra 2012: il quattro senza maschile, i due doppi leggeri maschile e femminile impegnati nelle semifinali. Nelle finali, nelle specialità non olimpiche, saranno all’opera quattro di coppia leggero femminile (12:13) e quattro senza femminile (12:26)

Nelle immagini (D.Seyb ©): il quattro senza leggero

Bled: risultati e resoconti SEMIFINALI e FINALI 6^ giornat6
Sommario RISULTATI 02/09
Sommario START LIST 03/09
Il MEDAGLIERE
Clicca per lo speciale Mondiali Bled 2011

Lascia un commento