FOCUS IDV DELL’8 agosto ’11

CRISI: DI PIETRO, SE RIMANE CULTURA ILLEGALITA' NON BASTERA' BCE =
(ASCA) – Roma, 8 ago – 'Nessuna misura emergenziale bastera' se, allo stesso tempo non verranno, avviate misure tali da restituire agli investitori e ai mercati un po' di fiducia nel futuro del nostro Paese. Lo sappiamo tutti: la palla al piede dell'economia italiana e' la corruzione, il pietrone al collo che la tira a fondo e' l'illegalita' diffusa, a partire dallo scandalo dell'evasione fiscale'. E' quanto scrive sul suo blog il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. 'Invece di contrastare queste malattie mortali – continua Di Pietro – il governo le ha sempre coperte e protette. Senza un'indicazione chiarissima che d'ora in poi non sara' piu' cosi', senza iniziare una guerra senza quartiere contro corruzione e illegalita', nessuna bacchetta magica, e neppure la Bce, salvera' la nostra economia'. 'Da qualche giorno – prosegue Di Pietro – siamo un Paese commissariato e sotto tutela. Non succedeva dalla fine della seconda guerra mondiale e non c'e' da esserne orgogliosi. Le istituzioni della Ue e i leader delle principali potenze europee hanno stabilito quanto deve essere pesante la manovra ed entro quando va portata a termine, ma hanno anche indicato le voci di spesa sulle quali intervenire? Le regole della democrazia e della trasparenza esigono che Berlusconi e Tremonti raccontino chiaramente ai cittadini tutto quello che la Ue ha chiesto all'Italia come condizione per salvarla dal fallimento a cui la stava condannando questo governo'. 'La misura dell'intervento non puo' essere messa in discussione – spiega l'ex magistrato – pero' il Parlamento repubblicano ha il diritto e il dovere di decidere dove affondare le forbici. Nelle Commissioni che riuniranno giovedi' si deve discutere di tutto cio': di come rendere piu' giusta e piu' funzionale la manovra di Berlusconi e Tremonti che e' iniqua e controproducente, perche' il peso della crisi e quello degli errori del governo non possono ricadere sempre sulle spalle di chi gia' sta pagando da anni e anni'.

LEGGE ELETTORALE: IDV, RACCOLTA FIRME PARTE DA MASSERIA DI PIETRO =(AGI) – Montenero di Bisaccia (Campobasso), 8 ago. – Il referendum per abrogare la legge elettorale e' partito dalla masseria di Antonio Di Pietro. Le prime firme sono state raccolte dall'IdV in occasione dell'annuale Festa sull'Aia con la quale il leader del partito incontra, nella sua casa di Montenero di Bisaccia, dirigenti e militanti. “Il referendum – ha sostenuto Di Pietro – e' l'unico sistema per indurre il Parlamento a modificare questa legge elettorale che ha arrecato danni alla democrazia e al Paese. Invece di aspettare le nuove elezioni e quindi un nuovo Parlamento che poi riformi il sistema di voto, noi crediamo che il referendum sia il giusto pungolo per lavorare subito alla soluzione. Da oggi – conclude Di Pietro – siamo anche impegnati per il referendum abrogativo delle province, che noi chiediamo da sempre. L'Italia deve tagliare spese inutili e sprechi, se vuole ritrovare stabilita' finanziaria e utilizzare risorse per lo sviluppo”. (AGI) Dpg/Dma 081601 AGO 11
CRISI: DI PIETRO, ALFANO SMENTITO CLAMOROSAMENTE DA BCE =
(AGI) – Montenero di Bisaccia (Campobasso), 8 ago. – “Il neo segretario del Pdl, Angelino Alfano aveva esordito dicendo che la politica non deve farsi condizionare dai mercati e i mercati non devono fare la politica. La Bce, infatti, ci ha ordinato cosa fare in merito alle misure anticrisi. Mi sembra che Alfano sia stato smentito clamorosamente”, ha detto oggi Antonio Di Pietro. “Ovviamente – ha aggiunto il leader Idv – la stessa cosa vale per Tremonti e Berlusconi”. Quanto invece all'anticipo della manovra, Di Pietro ha osservato: “Non mi sembra una buona notizia, perche' si anticipa il nodo scorsoio. Questo governo ha mostrato evidenti limiti ed ora, senza maggioranza, aspetta solo la fine, come fa un malato terminale. (AGI) Dpg/Dma 081608 AGO 11

CRISI:DI PIETRO GIOVEDI' A CAMERA PER COMUNICAZIONI TREMONTI
(ANSA) – ROMA, 8 AGO – Il leader dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, sara' presente giovedi' mattina alla riunione congiunta delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio di Camera e Senato, per le comunicazioni del ministro dell'Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, sulla riforma dell'articolo 81 della Costituzione. Lo si apprende da fonti del partito. (ANSA).

CRISI: DONADI (IDV), MERKEL E SARKOZY NUOVI INQUILINI DI PALAZZO CHIGI = Roma, 8 ago. (Adnkronos) – “Abbiamo due nuovi inquilini a palazzo Chigi, Angela Merkel e Nicolas Sarkozy. Questo e' il risultato dell'incapacita' e dell'immobilismo di questo governo e di Berlusconi.Abbiamo un leader sotto tutela e un governo svuotato di sovranita', cui l'Europa detta le condizioni”. Lo ha dichiarato il presidente dei deputati dell'Italia dei valori Massimo Donadi. Abbiamo un problema nel problema, il primo e' una crisi epocale, il secondo un governo incapace a gestirla. In queste condizioni, le dimissioni di Berlusconi sono l'unica via di uscita per il bene del paese”, ha concluso Donadi.

CRISI: BELISARIO, GASPARRI METTE CARTA REGALO ALLE MACERIE(ANSA) – ROMA, 8 AGO – 'Gasparri ha una capacita' di avvolgere nella piu' bella carta regalo anche le macerie . Gli va riconosciuta la perfetta sintonia con il suo grande manovratore'. Cosi' il capogruppo dell'Italia dei Valori in Senato Felice Belisario secondo cui 'il presidente dei senatori del Pdl parla di 'concerto internazionale e decisioni positive della Bce' quando la realta' e' che l'Europa e' intervenuta a gamba tesa solo per l'incapacita' e l'inerzia del governo Berlusconi, e ancora non sappiamo bene che prezzo avra' questo intervento sulle tasche degli italiani onesti'. (ANSA).

Crisi/ Idv:Bossi europeista perchè non sa più a che santo votarsi
Belisario: Siamo nelle mani di una mina vagante, subito al voto Roma, 8 ago. (TMNews) – “Ma quale dimostrazione che la coalizione è salda? Le esternazioni di oggi di Bossi dimostrano soltanto che siamo nelle mani di una mina vagante”. A dichiararlo è il capogruppo dell`Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, secondo cui “Bossi è europeista oggi perché non sa più a che santo votarsi”.”Fino a ieri, infatti, rinnegava e insultava, con gli epiteti che lo contraddistinguono, quella stessa Europa a cui oggi – aggiunge – si appella disperatamente. Il leader del Carroccio dimostra poi un`astuzia non da poco, peccato che sia rivolta solo al suo elettorato, ai suoi interessi politici e alle imprese padane. Convocare una riunione ristretta con il ministro dell`Economia, quello stesso uomo che ha in mano le chiavi del destino dell`Italia e che allo stesso tempo non gode di un ottimo rapporto con il presidente del Consiglio, in un momento delicato come questo, non è segno né di un`alleanza solida né di un governo unito, come dovrebbe essere e anche apparire al mondo”.Piuttosto – prosegue Belisario – aumenta l`idea di complotto e di un governo che va verso la deriva. Questa immagine non fa bene al Paese. Per questo non dobbiamo abbassare la guardia ed andare subito a elezioni. Ce lo chiedono le forze sane dell`Italia che non vedono l`ora di liberare le loro energie e la loro forza produttiva, ma fra poco – conclude – ce lo imporrà l'Europa per salvarci dalla bancarotta”.

Crisi, Belisario: Governo vero tappo che impedisce soluzione
Roma, 08 AGO (il Velino/AGV) – “L'andamento dei mercati di questa mattina conferma che il governo Berlusconi non ha alcun credito e che ormai il nostro Paese e' nelle mani di speculatori a causa di governanti incompetenti e spregiudicati”. A dichiararlo il capogruppo dell'Italia dei valori in Senato, Felice Belisario, secondo cui “la poca credibilita' del governo ha fatto si' che la Bce fosse costretta a intervenire con un vero e proprio commissariamento, che rischia da tutela di trasformarsi in ricatto grazie alle bugie di Berlusconi. Del resto le indiscrezioni che si apprendono dalla stampa sui contenuti della lettera all'Italia sono chiari: se l'Italia disattende il merito della missiva, puo' scordarsi l'intervento della Bce, se ne applica i 'suggerimenti', puo', invece, sperarci. Ultimo vulnus e' la continua e reiterata omissione del confronto con l'opposizione che ad oggi non conosce i contenuti ufficiali della lettera inviata da Trichet. Uno schiaffo alla democrazia – conclude Belisario – e l'ennesima smentita del governo di pulcinella che, d'altronde, e' il vero e unico tappo che impedisce al Paese di trovare la strada d'uscita dalla crisi. Ma l'alternativa e' pronta e gli italiani lo sanno. Questo governo, piu' bugie racconta, piu' si sgonfia anche nella sua credibilita'”. – www.ilvelino.it – (com/gat) 081245 AGO 11 NNNN

CRISI: ORLANDO (IDV), BERLUSCONI COMMISSARIATO DA UE + RPT +
(RIPETIZIONE CON TITOLO CORRETTO) (ANSA) – ROMA, 8 AGO – 'Gli unici ad essere stati latitanti sono Berlusconi e la sua maggioranza che ha lavorato solo per le leggi ad personam e non ha fatto nulla per gli italiani'. E' quanto afferma in una nota il portavoce dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando. 'Il peggiore governo della storia repubblicana – aggiunge Orlando – e' stato commissariato dall'Europa ed ha inghiottito i risparmi degli italiani onesti pensando solo al 'bunga bunga' o a difendere dal carcere lobbisti e piduisti'. 'La storia seppellira' – conclude Orlando – quest'indegna classe dirigente in quanto gli elettori hanno gia' seppellito questo vergognoso modo di fare politica con 27 milioni di voti al referendum e con la sonora sconfitta rimediata da Pdl e Lega alle amministrative'. (ANSA).

Crisi/ Idv: Con spot su tasse Tremonti prende in giro cittadini
Orlando: Tesoro recuperi denaro da evasori fiscali Roma, 8 ago. (TMNews) – “Con lo spot che invita i cittadini italiani a pagare le tasse questo governo ha colmato la misura e dimostra come ormai sia alla frutta. Tremonti e soci, dopo aver varato provvedimenti criminogeni come la depenalizzazione del falso in bilancio e lo scudo fiscale, prendono in giro i cittadini”. E` quanto afferma in una nota il portavoce dell`Italia dei Valori, Leoluca Orlando, che aggiunge: “Gli italiani onesti non hanno bisogno di un invito televisivo perché hanno sempre pagato le tasse e continueranno a farlo. Gli evasori fiscali, invece, che questo esecutivo ha protetto e difeso, faranno una pernacchia”. Il Tesoro, invece di chiedere i soldi a chi non ha più nulla e di gettare del denaro pubblico in vergognosi quanto inutili spot, dovrebbe approvare norme che permettano di recuperare ingenti somme di denaro per le esangui casse dello Stato, costringendo gli evasori fiscali a pagare il dovuto”, conclude Orlando.

Colosseo, Orlando (Idv): Alemanno incompetente lasci per bene citta'
Roma, 08 AGO (il Velino/AGV) – “Alemanno afferma candidamente che non era a conoscenza del fatto che erano stati tolti i metal detector dal piu' importante monumento della nostra Penisola. E' una dichiarazione di una gravita' inaudita che dimostra, ancora una volta, la sua incompetenza capitale”. E' quanto afferma il portavoce dell'Italia dei valori, Leoluca Orlando, che aggiunge: “Non sappiamo, inoltre, se la sua inefficienza sia superiore alla sua superficialita', ma una cosa e' certa: non e' in grado di amministrare una citta' come Roma e di garantirne la sicurezza. Chiediamo al sindaco di dimettersi e di lasciare il suo posto a chi ha veramente a cuore il bene della Capitale, dei suoi abitanti e del suo immenso patrimonio storico”. – www.ilvelino.it – (com/gat) 081342 AGO 11 NNNN

COSTI POLITICA: BORGHESI “PROPOSTE 'CORRIERE' GIA' SUGGERITE DA IDV” ROMA (ITALPRESS) – “Italia dei Valori non solo ci sta alle proposte di Stella e Rizzo, ritenendole giuste e sacrosante, ma si e' gia' portata un bel pezzo in avanti. Molte delle proposte suggerite noi le abbiamo portate, con determinazione e caparbieta', in Parlamento. Du esempi su tutti: abolizione delle province e vitalizi parlamentari. La risposta e' stata una sonora bocciatura pressoche' unanime di entrambe, Pd compreso. Il Parlamento ha detto no alla nostra abolizione delle province, che avrebbe portato ad un risparmio di circa 3 miliardi di euro l'anno, e all'eliminazione dei vitalizi dei parlamentari e dei consiglieri regionali che avrebbero fatto risparmiare circa 1 miliardo l'anno”. Lo afferma Antonio Borghesi, vicepresidente dei deputati di Idv, rispondendo alle proposte apparse oggi sul “Corriere della Sera” sui costi della politica. “La verita' – conclude Borghesi – e' che i costi della politica animano non solo i dibattiti ferragostani, ma anche quelli primaverili ed autunnali. Ma quando si tratta di passare dalle parole ai fatti, non si riesce ad uscire dal grigio e gattopardiano inverno che tutto congela e lascia immutato”.

CRISI. IDV A CROSETTO: UE HA MESSO CAMICIA DI FORZA A GOVERNO
(DIRE) Roma, 8 ago. – “L'onorevole Crosetto non e' nuovo a metafore ed espressioni ardite. Se la memoria non ci inganna e' stato proprio il sottosegretario a bollare il ministro Tremonti come “caso clinico” per una manovra da psichiatria. Su questo, non sbagliava l'onorevole Crosetto: infatti, e' arrivata l'Europa a mettere la camicia di forza al governo, poiche' incapace di intendere e di volere. Per quanto ci riguarda, invece, si sbaglia: nessun colpo di sole. L'opposizione gode ottima salute. Non altrettanto, il governo”. Cosi' Antonio Borghesi (Idv) replica al sottosegretario alla Difesa Crosetto.

CRISI: PEDICA (IDV), GOVERNO VADA A CASA E LASCI POSTO A GENTE PIU' SERIA =
Roma, 8 ago. (Adnkronos) – “Un governo e una maggioranza commissariati dall'Unione europea non possono permettersi di elevare critiche ad alcuno, tanto meno a chi denuncia da tanti anni quello che anche l'Europa e' arrivata a dire, e cioe' che le misure prese da Tremonti, Bossi e Berlusconi sono del tutto insufficienti per affrontare una crisi dalla portata storica come questa”. Lo ha detto il capogruppo dell'Italia dei valori in commissione Politiche dell'Ue al Senato Stefano Pedica.”Del resto cosa potevamo aspettarci da chi per anni ha nascosto la reale portata della crisi derubricandola a un affare psicologico? Vadano a casa -ha concluso Pedica- nascondano la testa sotto il cuscino per la vergogna e lascino il posto a gente piu' seria”

P3. LI GOTTI (IDV): DA QUESTA MALATTIA L'EUROPA NON PUO' SALVARCI
(DIRE) Roma, 8 ago. – “Siamo di fronte all'approdo di un'indagine maleodorante che sta facendo emergere un sistema ostile ai principi democratici”. Lo ha detto il capogruppo dell'Italia dei Valori in commissione Giustizia al Senato, Luigi Li Gotti. “La crisi del nostro Paese e' anche frutto di questi sistemi lontani dalla difesa del'interesse comune e collettivo e protesi alla difesa cinica di poteri particolari. Questo tipo di malattia italiana non potra' essere salvato dall'intervento dell'Europa. E' un problema che dobbiamo risolverci noi- conclude Li Gotti- con il recupero determinato di valori e regole trasparenti Fine modulo
Inizio modulo
Fine moduloInizio modulo
CRISI: IDV “GOVERNO COLPISCE ONESTI CON INTERVENTI SU PENSIONI”
ROMA (ITALPRESS) – “Le notizie relative a un possibile intervento sulle pensioni dimostrano l'inettitudine e la pericolosita' del governo italiano. Dopo tante chiacchiere sui tagli ai costi della politica, l'abolizione delle province e la riduzione di parlamentari e auto blu, e dopo le tante parole spese per contrastare l'evasione fiscale, che da sola vale tre volte una qualsiasi manovra, il governo pensa di intervenire sulle pensione di anzianita'”. Lo afferma in una nota il responsabile lavoro e welfare dell'Italia dei Valori, Maurizio Zipponi. “In altre parole, per far fronte alla crisi saranno colpite le persone che hanno lavorato per 40 anni, che hanno pagato fino all'ultimo centesimo tasse e contributi e che, in alcuni casi, hanno anche sacrificato la propria salute nei luoghi di lavoro. Lo fece Craxi a suo tempo, lo rifa' Berlusconi oggi. Le opposizioni – conclude Zipponi – non possono restare a guardare, serve una reazione forte per impedire un simile scempio ai danni degli onesti che come sempre pagano, mentre i truffatori e i disonesti festeggiano sui loro yacht”.
Fine modulo

Lascia un commento