Cnf: Basta scontri politica-toghe. Siamo con il presidente Napolitano

Il Cnf condivide fortemente le parole del Presidente Napolitano che ha richiamato la necessità che cessi il clima di conflittualità tra politica e magistratura.
Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, rispettare i propri doveri, esercitare le proprie prerogative senza invasioni di campo.
Uno Stato democratico come il nostro non può tollerare oltre tensioni e polemiche quotidiane tra la Politica e la Magistratura, è un atteggiamento irresponsabile che la massima Istituzione dell’Avvocatura intende stigmatizzare con forza.
Così come uno Stato democratico non può accettare oltre la situazione di degrado in cui versano le carceri italiane, il problema del sovraffollamento va affrontato subito da tutte le forze politiche, senza atteggiamenti populistici od opportunistici.
Vergognoso, poi, quanto sta emergendo circa le “condizioni di estremo orrore”, come le ha definite Napolitano, riguardanti gli ospedali psichiatrici giudiziali.
Sul così detto processo lungo, il Cnf ricorda come sia necessaria la piena attuazione del diritto alla difesa nel procedimento penale, e come vada contrastata ogni forma di abuso tendente a limitarla, ma ricorda anche come le norme processuali debbano altresì prevenire forme di abuso degli strumenti difensivi nel processo.
Andrebbe meglio specificata e chiarita nei propri contenuti la norma relativa all’ammissibilità delle prove testimoniali laddove ne prevede l’esclusione da parte del giudice “se non manifestamente pertinenti”.

Lascia un commento