CORNO AFRICA: CARESTIA SI STA ESPANDENDO, COINVOLTI PIU’ DI 11 MILIONI

Si inizia timidamente a parlare di Eritrea.
Purtroppo è come scrivevamo sul sito qualche giorno fa: il Corno d'Africa è anche Eritrea, ma di Eritrea non se ne parla o se ne parla poco, perchè lì il business della cooperazione internazionale non tira. La situazione sul campo è difficile sotto tutti gli aspetti: non piove, dopo due anni di dura carestia. Le notizie che arrivano non sono per niente rassicuranti: non sta piovendo, eppure questo dovrebbe essere il periodo delle piogge.

Che fare? Abbiamo appena inviato in Eritrea un container di aiuti alimentari, grazie all'aiuto di tutti ma anche e soprattutto grazie alla collaborazione con la congregazione delle Suore Figlie della Carità che in Eritrea stanno spendendosi e stanno spendendo per i poveri, per gli affamati.

Il programma di aiuti prevedeva un altro container verso metà settembre, ora occorre una accelerazione. L'invito, l'appello è fare ognuno quanto si può: anche un solo kg di farina è importante per chi tutti i giorni fatica a trovare un boccone da mangiare.
Per donazioni in alimenti: contattare info@chebi.it oppure il 3279806333 per la consegna
Per donazioni in denaro: C/C bancario IBAN -> IT 37 D 01030 21500 000003370438
intestato ad Associazione Chebì Onlus – causale: Carestia Corno d'Africa
(le donazioni alle Onlus sono detraibili fiscalmente)

Dall'Eritrea le ONG se ne sono andate tutte nel 2008 quando la situazione iniziava a peggiorare per l'aumento dei prezzi dovuto all'aumento del petrolio, poi la siccità ha fatto il resto.
Dall'Eritrea la macchina della cooperazione, dell'aiuto, è scomparsa. Ufficialmente perchè il governo locale ha stretto le maglie degli aiuti chiedendo garanzie economiche a chi interveniva, realmente perchè la difficile situazione sociopolitica, ed il conseguente allungamento dei tempi per la realizzazione dei progetti, costava troppo alle ONG in termini di funzionamento della macchina e quindi di guadagno, ed allora….via, è meglio che si arrangino, che muoiano di fame o di sete.

Ora nessuno nega che in tutto il Corno d'Africa la fame ci sia realmente, che in Somalia si stia soffrendo drammaticamente la fame, le foto purtroppo troppo simili alla situazione in Eritrea, lo testimoniano, ma se da un lato nei campi profughi è più facile intervenire, l'appello è a non dimenticarsi di chi soffre costretto nel silenzio, nella non attenzione dei media, nella non attenzione delle tante ONG.

Siamo una piccola associazione di volontari, siamo presenti in Eritrea, molti di noi ci sono andati e ci hanno lasciato il cuore, finchè ce ne sarà data la grazia, ci continueremo a stare a tornare, cercando di rimanere a fianco di quegli amici, di quel popolo che soffre dignitosamente nel silenzio.

Grazie per essere arrivati a leggere fino a qui e grazie per tutto quello che potrete fare.

Associazione CHEBI' Onlus
Prato – www.chebi.it
dona il 5 x 1000 a Chebì Onlus – C.F. 01873860975

Lascia un commento