Sant’Angelo Lodigiano – L’UNAIE AL COMPLEANNO DI SANTA MADRE CABRINI CON LA CORALE "CabriniLand Voice"

L'evento si è svolto presso il Castello Bolognini,recentemente restuarato
grazie alla Fondazione CARIPLO

Il 15 luglio è il compleanno di Santa Francesca Cabrini, Patrona degli
Emigranti e di fronte alla la sua Casa Natale in Via cabrini a Sant'Angelo
Lodigiano, da oltre 30 anni si festeggia l'evento in un modo unico al mondo.
La leggenda dice che al primo vagito della piccola Francesca si levò un volo
di colombi. Anche la facciata della casa Natale è decorata con un affresco
di colombi. L'associazione locale di colombofili ogni anno prepara alcune
ceste con oltre 200 colombi novelli, al loro primo volo. A mezzogiorno in
punto vengono aperti gli sportelli e si assiste ad un magnifico volo
applaudito da un pubblico ogni anno più numeroso.

Quest'anno l'evento è stato festeggiato presso lo storico Castello
Bolognini, grazie alla Provincia di Lodi in collaborazione con la Regione e
la Fondazione Cariplo nell'ambito di “Castello aperto”, una serie di
manifestazioni per riconsegnare il maniero alla cittadinanza e ai
visitatori.

Lo Scalone del Castello Bolognini, recentemente restaurato, è diventato per
una serata ricca di suggestioni un palcoscenico naturale su cui si è esibito
il coro “CabriniLand Voice” con un magnifico repertorio della tradizione
americana. Il folto pubblico ha potuto assistere allo spettacolo
direttamente dal “Giardinone”, il parco del Castello.

La serata,presentata dal dirigente provinciale ai Servizi culturali,Maurizio
Margutti, responsabile del Progetto “Castello aperto” ha visto la presenza
del Sindaco Domenico Grespi , dell'Assessore della Provincia di Lodi,
Cristiano Devecchi e del Vice Presidente dell'UNAIE (Unione Nazionali
Immigrati ed Emigrati) Daniele Marconcini,accompagnato da una delegazione
brasiliana con responsabile dell'ACIRS (Associazione Culturale Italiana di
Rio Grande do Sul – Brasile).

Dopo il aluto delle autorità, Daniele Marconcini nel presentare l'UNAIE e la
sua attività a favore delle comunità italiane all'estero ha ricordato
l'importanza delle figuta di Santa Madre Cabrini,protettrice degli
emigranti,anche per il modello sociale e di solidarietà da lei sviluppato in
Italia e soprattutto negli Stati Uniti.Una figura che dovrà essere uno dei
massimi punti di riferimento del progetto UNAIE -AIKAL, recentemente
presentato per valorizzare le comunità italiane all'estero in vista
dell'Expò di Milano nel 2015 .Un esempio da utilizzare per valorizzare il
territorio lodigiano e lombardo,sia presso le giovani generazioni e sia per
le sue pecularietà sociali,culturali ed economiche con l'aiuto e il supporto
determinante delle istituzioni ,a cominciare dalla Regione Lombardia.

Uno degli strumenti piu' importanti,recentemente sviluppatasi nel Lodigiano
è la Rete Cabriniland.it a cui la Corale ,protagonista della serata,fà
riferimento.

L'evento promosso da CabriniLand – spiega il coordinatore Francesco Buttà di
Galeatica – è alla seconda edizione e vuole proiettare a livello
internazionale una iniziativa ricca di simboli, di significati civili e di
solidarietà per tutta l'emigrazione italiana nel mondo.Vogliamo creare un
Coro in ogni scuola per diffondere il messaggio morale della
Cabrini,recuperando la Santa e la sua opera alla coscienza di tutti.Abbiamo
voluto invitare per la seconda volta dei rappresentanti dell'emigraione
lombarda per dare coerenza all'evento ricordando la nostra emigrazione
.L'anno scorso era presente Ernesto Milani ,storico dell'emigrazione
lombarda e giornalista del Portale dei Lombardi nel Mondo
www.lombardinelmondo.org ,mentre quest'anno ha aderito Daniele Marconcini
Presidente dell'Associazione dei Mantovani nel Mondo e Vice Presidente
dell'UNAIE con una delegazione di italo-brasiliani

Francesco Buttà ,originario di S.Fratello (Messina),terra di antica
emigrazione lombarda ai tempi di Federico II, ha infine ricordato che è in
fase di avvio il progetto “CabriniLand Tours” che andrà a gemellare scuole
del Turismo lodigiane con scuole americane e promuovere il territorio
attraverso l'uso di social network. Un ulteriore mezzo per arricchire il 15
Luglio . L'attvità di Cabriniland.it è visibile su
www.youtube.com/francescobutta

REDAZIONE SITO LOMBARDI NEL MONDO www.lombardinelmondo.org

BREVE BIOGRAFIA DI SANTA MADRE FRANCESCA SAVERIO CABRINI (Sant'Angelo
Lodigiano, 15 luglio 1850 – Chicago, 22 dicembre 1917 )

Diplomata maestra elementare, fattasi religiosa nel 1874, nel 1880 fondò a
Codogno la congregazione delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù e
aggiunse al proprio nome il cognome Saverio, in onore di San Francesco
Saverio, sacerdote missionario nell'Estremo Oriente. Nel 1889 raggiunse gli
Stati Uniti per prestare assistenza agli immigrati italiani. Non si fermò
solo alla costa, ma penetrò all'interno del continente, conoscendo,
benedicendo e convertendo tribù alle quali nessun bianco si era mai
accostato. Imparò lo spagnolo e a cavalcare a dorso di mulo per superare i
valichi più impervi. Operò in altri 7 paesi con 80 istituti. Costruì asili,
scuole, convitti per studentesse, orfanotrofi, case di riposo per laiche e
religiose, ospedali a New York e Chicago. Nel 1909 prese la cittadinanza
americana.Nel 1938 fu proclamata beata, nel 1946 santa (la prima della
Chiesa cattolica americana), nel 1950 “Patrona degli emigranti”. La festa
liturgica ricorre il 22 dicembre, giorno della sua morte.

fonte : Wilkipedia

CARIPLO finanzia la Provincia di Lodi per il progetto “Sistema Museale
Lodigiano. Verso l'integrazione di musei, beni culturali e paesaggio”.

Il Cda della Fondazione Cariplo, nella riunione del 12 ottobre 2010,ha
deliberato un contributo di ? 680.000 alla Provincia di Lodi per il progetto
“Sistema Museale Lodigiano. Verso l'integrazione di musei, beni culturali e
paesaggio”.
Nelle sue linee fondamentali il progetto comprende la ristrutturazione di
due beni storici tra i più importanti della Provincia di Lodi, per arte e
architettura. Il Castello Morando Bolognini di Sant'Angelo Lodigiano e il
Castello Cavazzi di Somaglia. Entrambi i castelli contengono musei e
istituti culturali. Il Castello di Sant'Angelo è sede di tre importanti
musei: Raccolta Morando Bolognini, Museo Storia dell'Agricoltura e Museo del
Pane. Il Castello di Somaglia è sede dell'area naturalistica delle
Monticchie e delle relative raccolte naturalistiche. Tutti questi musei,
raccolte e aree naturalistiche aderiscono al Sistema Museale Lodigiano e
sono inseriti nell'Ecomuseo del Lodigiano. I soggetti attuatori della
ristrutturazione sono gli enti proprietari, quindi rispettivamente: la
Fondazione Morando Bolognini per il Castello di Sant'Angelo e il Comune di
Somaglia per il Castello di Somaglia.
La parte gestionale riguarda i servizi, le attività e le iniziative a favore
dei Sistemi culturali e dei Sistemi turistici, con particolare riferimento
agli istituti culturali contenuti nei due immobili storici oggetto
dell'intervento. I soggetti attuatori delle attività sono la Provincia di
Lodi per la parte dei sistemi culturali e la Camera di Commercio per la
parte relativa al turismo, con particolare riferimento al turismo ciclabile.
Il progetto risulta equilibrato poiché valorizza gli aspetti museali
attraverso la ristrutturazione del castello Morando Bolognini di Sant'Angelo
Lodigiano e gli aspetti naturalistici con la ristrutturazione del castello
Cavazzi di Somaglia. Dal punto di vista gestionale integra le attività
prettamente culturali legate al Sistema Museale e quelle turistiche
realizzate dalla Camera di Commercio.
La durata del progetto è di tre anni, a partire dalla data di presentazione.
Gli enti coinvolti sono i seguenti:

.Provincia di Lodi – ente capofila e soggetto attuatore
.Fondazione Morando Bolognini – soggetto attuatore
.Comune di Somaglia – soggetto attuatore
.Camera di Commercio di Lodi – soggetto attuatore

http://www.cronachelodigiane.net/

Lascia un commento