BOSSI: “PRONTO A CORNIFICARE BERLUSCONI”

“Una pernacchia e il gesto della delle corna e non devono parlare prima con me, altrimenti se lo facciano loro, se ci riescono . Cosi’, Bossi leader della Padania libera, risponde ai giornalisti che gli chiedevano su un presunto governo tecnico avanzato dall’ opposizione, dopo la manovra”

Ultimamente per capire il ledear del Carroccio, bisogna ricorrere all’ arte della gestualita’, pare anche che i suoi pensieri piu’ aclatanti, passino velocemente dal cervellino, direttamente alle sue mani e bocca, immagino che le corna siano dirette a Berlusconi e la pernacchia al Capo dello Stato. Giorgio Napolitano sulle ultime fibrillazioni politiche e toto-ministri e un qualsiasi altro rimpasto ( ivi incluso un governo tecnico) , da Zagrabia e’ stato molto chiaro e serio:” Sarebbe da irresponsabili” . Adesso signori al di la’ delle pernacchie, corna e dito medio, la prerogativa per un probabile governo tecnico o istituzionale, non spetta ne’ a Bossi, ne’ all’ opposizione, tanto meno a Berlusconi, ma al Capo dello Stato, sentiti i presidenti di Camera e Senato ( art. Cost.88) La bonanima di mia Madre ( pace all’ anima sua) mi diceva spesso:” Carminu’ quando manca il gatto i sorci se la ballano e se la suanono”. Approposito, dov’e’ finito il gatton Berlusca?” E’ da 10 ( dico dieci) giorni che risulta latitante, non intende mica comportarsi con la manovra, come ha fatto con la guerra in Libia, ossia in caso di fallimento venirsene fuori con:” Io non ero d’ accordo e’ stata colpa del socialista Tremonti e il comunista Napolitano”

Lascia un commento