UNA MANOVRA A DOPPIO TAGLIO E CONTROPRODUCENTE

Finalmente abbiamo capito che quando si tratta di tagliare la spesa, il legislatore sa fare i calcoli molto bene, che siano tagli lineari o orizzontali, si mette sempre le mani nella tasche dei cittadini. E se qualcuno vorebbe farvi credere i contrario e’ un truffatore patentato. Questa manovra come ho gia’ avuto modo di ribadire piu’ volta e’ in primis d’ emergenza per salvare il governo e permettere a Berlusconi di sopravvivere sino alla prossima legislatura e in secondo luogo, per spostare il problema alla prossima. Una manovra a doppio taglio di 79 miliadi, piu’ i 25 dell’ anno scorso sale a 104, nell’ arco di cinque anni. Se passa tutto dovra’ filare liscio almeno sino allan fine dell’ anno, ma siamo sicuri, che alla fine del 2014, il bilancio dello stato sara’ preggiato, senza altre manovine correttive, senza un radicale taglio al costo della politica? A doppio taglio perche’ non solo taglia i servizi essenziali ma anche con l’ aumento dell’ inflazione ( oggi al 2.7 %) i prezzi aumentano, le accise aumentato e anche qualche tassa locale auenta..e non vado aoltre. L’ attuale crisi economica italiana ( e non solo) la paragono ad un operaio che prende 100o euro al mese, con moglie che non lavora e con a carico due figli minori. Con un deficit della spesa di 1050 euro al mese e non un debito bancario di 1200 euro. Questi invece di tagliare la macchina e andare a lavorare con il tram e cose inutile come l’ abonamento allo stadio, taglia la paghetta ai figli, prende i soldi dal portagogli dei genitori e manda la mogliera a prostitursi. Il tutton potrebbe anche funzionare, ma ammettiamo che i genitori gli nascondono il portafoglio e la moglie si stanza di prostitursi, alla fine dell’ anno il pover uomo si trovera’ al punto di partenza e con i figli malnutriti. La macchina sta per le regioni e l’ abonamento allo stadio per il csto della politica.

Lascia un commento