L’ex campeggio di San Cataldo fotografato dai cittadini

Dove porterà l’abbandono delle marine del comune di Lecce dopo che Casalabate va a Trepuzzi – Squinzano? Ad un referendum per accorpare a Durazzo (Albania) Frigole, Torre Chianca e San Cataldo?

Il 12 e 13 giugno 2011 si consumava uno strappo storico al territorio del comune di Lecce: i cittadini leccesi, con un referendum decidevano per il passaggio della marina di Casalabate ai comuni di Trepuzzi e Squinzano. La colpa: il perdurante abbandono da parte dell’amministrazione comunale leccese di una porzione di territorio grande come tutta la fascia costiera prospiciente il feudo del comune di Lecce.
Come se non è accaduto nulla, il degrado della costa del feudo del comune di Lecce permane nonostante i cospicui investimenti che hanno riguardato soprattutto la marina di San Cataldo.
A segnalare a Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” un’ennesima offesa al territorio attraverso gli scatti fotografici questa volta sono alcuni cittadini che si sono avvicinati a curiosare vicino all’ingresso dell’ex campeggio di San Cataldo che appare abbandonato a sé stesso, incustodito e tra cumuli di rifiuti di ogni genere.
A questo punto, a Giovanni D’Agata, viene lecita una domanda: dove ci porterà l’amministrazione Perrone questa volta? Ad un referendum per accorpare a Durazzo (Albania) Frigole, Torre Chianca e San Cataldo?
Lecce, 09 luglio 2011

Lascia un commento