MANOVRA: SI POTREBBE AGGIUNGERE ALTRO?

“…il crollo delle borse e dei titoli di stato italiani di ieri, sono tutti da addebitare alle affermazioni e alla poca serieta’ e correttezza politica, della Fininvest di Berlusconi : “ la Cir non avra’ un euro”.

Quella del titolo ( il sottotitolo e’ mio) e’ la domanda che alla fine del suo articolo di oggi, pone l’amico e redattore di politicamentecorrretto, Arnaldo De Porti. Francamente noi il nostro dovere civico l’ abbiamo fatto, proponendo (1) L’ abolizione delle regioni, con il riordino e riequilibrio delle competenze istituzionali e fiscale degli enti locali. (2) Una riforma radicale della Politica, ridiminsionando (dimenzzandolo) il gia’ elevatissimo costo che dopo alcuni decenni e’ diventato il primo nel mondo. Lo stesso che l’ “Onorevole, Sindaco e Presidente”, Marco Zacchera, auspica nel suo MANOVRE E AUTOGOL( vedi articoli qui sopra) :” A parte però un più forte taglio ai costi della politica (vedi articolo qui sopra) credo che per valutare la manovra occorra anche un passaggio parlamentare “vero” per alcuni riequilibri che si possono fare nell’ottica di far pagare un po’ di più a chi può permetterselo e dando invece una mano a quei ceti più deboli e meno garantiti che di più soffrono la crisi.( Zacchera). Questo lo scrivo fuori “onda” e fuori l’ ottica giornalistica, il crollo delle borse e dei titoli di stato italiani di ieri, sono tutti da addebitare alle affermazioni e alla poca serieta’ e correttezza politica, della Fininvest di Berlusconi : “ la Cir non avra’ un euro”. Scusateci se e’ poco…

Lascia un commento