I Consigli Municipali (II e XVII) di Roma seguono l’esempio del XX Municipio: rivedere gli aumenti e le retroattività  delle tariffe per l’Occupazione del Suolo Pubblico e dei Rifiuti

I Consigli Municipali (II e XVII) di Roma seguono l'esempio del XX Municipio: rivedere gli aumenti e le retroattività delle tariffe per l'Occupazione del Suolo Pubblico e dei Rifiuti.

IL Consiglio del XX Municipio lo scorso 28 Febbraio aveva approvato 2 Mozioni (vedi Verbali in allegato): la prima per chiedere al Sindaco di Roma ed all'Assemblea Capitolina di ridurre la tariffa attuale del Canone per l'occupazione spazi ed aree pubbliche, annullando la retroattività dell'aumento per l'anno 2010; la seconda riguardo la “Tari” ovvero la Tariffa Rifiuti, con invito ad attivare con il governo nazionale, un tavolo di discussione al fine di rimuovere la reintroduzione dell'Iva (e la sua retroattività al 2010) ed in alternativa la Rimodulazione della stessa, rivedendo i meccanismi di esenzione (introducendo il principio del quoziente familiare e la tutela delle fascie deboli).

Ricordiamo che l'iniziativa originariamente partita su un'iniziativa del Consigliere del XX Municipio Giuseppe Calendino, aveva trovato immediatamente l'appoggio del Presidente Gianni Giacomini e della Presidente della Commissione Commercio Clarissa Casasanta. Gli interventi e le modifiche apportate al testo originale da parte degli altri consiglieri sia della maggioranza che dell'opposizione, ha prodotto il testo definitivo per entrambe le mozioni che dopo un acceso e costruttivo dibattito, sono state approvate.
Da registrare la dichiarazione del Presidente del Municipio Gianni Giacomini “non siamo insensibili alle richieste della cittadinanza, degli operatori commerciali e delle associazioni di categoria e per questo dobbiamo avere il coraggio di rivedere decisioni anteriormente prese….”.

Lascia un commento