L’ ITALIA E’ UNA REPUBBLICA FONDATA SULLE MENZOGNE

Menzogne, menzogne. menzogne ..menzogne, menzogne, menzogne…menzogne soltanto menzogne e nient’ altro ( cantava la Mina) Le menzogne ahime’ si dicono con le parole! Caso Ruby:” testualmente ..B. Accuse allucinanti, andro' in tv a difendermi”…. E’ una musica a cui ci dobbiamo abituare e diciamolo senza mezzi termini:” Il Primo Ministro Italiano non ha nessuna intenzione di andare davanti ai Giudici e i suoi avvocati ( pensando alla poltrona e alle proprie tasche) faranno il tutto e di piu’ per evitarlo, al costo di inventarsi un altro urgente/i consiglio dei ministri.” Diciamo sulla crisi nucleare in Giappone ( e’ una menzogna) e poi a fuoco spento dira’ al Popolo ( giurando sulla testa di Ruby) che ha risolto la crisi telefonando all’ Imperatore. E non sarebbe un caso isolato…

Allora caro Silvio le menzogne si dicono in Tv e nei salottini politici pilotati i fatti davanti ad Giudice.

B. : “Mi hanno spiegato che Craxi fece cose simili in occasione del caso Sigonella”.

Veramente Craxi fece molto di piu’, ma fini’ davanti un Giudice costituito e fu condannato ed onde evitare la galera scappo all’ estero.

Vado avanti con le sue “affermazioni”:” B. “Hanno messo in piazza 33 ragazze che passeranno il resto della loro vita con il marchio della prostituta.” Ed ancora:” Io non ho mai pagato una donna in vita mia.”

Le stesse ragazze hanno ammesso di essere delle prostitute. Una volta in epoche meno sospette erano i padri pagando che portavano i loro figli dalla prostitute, che significa che se qualcuno mi porta una minorenne pagandola e ne abuso, io sono innocente?

Altra “menzogna:” B. “Posso giurare che una settimana prima avevo parlato con Mubarak per almeno 15 minuti di questa ragazza. Ho tutte le testimonianze.

Testimonianze o prove? Se realmente ha parlato con Mubarak, questi gli avra’ detto di non avere nipote e allora perche’ mentire alla Questura e al Popolo? Le responsabilita’ ricadano tutte su Berlusconi.

B. Abbiamo allora mandato una persona incensurata per risolvere il problema. Senza contare che il presidente del consiglio ha il diritto di intervenire in campo amministrativo

A quest’ ultima “menzogna” ( e a tutte le altre) rispondo con delle osservazioni e riferimenti costituzionali. La Minetti sara’ stata incensurata e consigliere regionale, ma non era persona qualificata, quanto e’ vero che appena fuori la Questura l’ha lasciate nelle mani piu’ qualificate dell’ amica ( di Ruby) anche Lei prostituta. Art. 54 secondo comma: “I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle, con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge. Art. 28:” I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici. In questo caso, Berlusconi ha saputo adempiere alla sue funzioni amministrative e istituzionali con “onore e disciplina”? E’ ancora un dipendente dello Stato? Questa ennesima domanda la “devolvo” ai suoi “affini” nel governo!

Se questo comportamento non e’ un palese attentato alla Costituzione, come , azz lo dobbiamo definire???? Non sono qui a moralizzare ma se fossi un italiano residente in Italia, un minimo di perplessita’ l’ avrei, e magari trovandomi col le tasce piene, forse avrei fatto lo stesso!!! All’ articolo 54 ha fatto riferimento con commossione ieri anche il Capo dello Stato, rivolgendosi a chi assolve funzioni istituzionali: “ Con Onore e Disciplina”

Caso sigonnella.

Lascia un commento