Terremoto e tsunami devastano il Giappone. Allarme per guasto alla centrale nucleare di Fukushima

E' di almeno 32 morti il nuovo bilancio delle vittime del sisma e dello tsunami che oggi hanno colpito il nord est del Giappone. Lo hanno riportato i media nipponici che riferiscono anche di almeno 30 dispersi e di numerosi feriti. Secondo le agenzie di stampa Kyodo e Jiji, tre decessi sono stati contati a Tokyo, dieci nella prefettura di Iwate, la più vicina all'epicentro, localizzato nella regione di Tohoku. Altri tre morti sono stati riportati nella prefettura di Ibaraki, a nord della capitale, a seguito del crollo di una casa. Questi dati non sono stati ancora confermati dalla Polizia nazionale responsabile della raccolta delle informazioni. Il sisma, che ha colpito alle 14,46 locali (le 6,46 italiane), ha raggiunto la magnitudo 8,9, uno dei più forti della storia nipponica, scatenando ondate di tsunami alte fino a 10 metri. “I danni sono così enormi che ci vuole più tempo per mettere insieme i vari dati”, ha spiegato un responsabile. Il governo fa del suo meglio per coordinare i soccorsi, “tenendo in considerazione l'ipotesi che questo sisma ha fatto dei danni considerevoli”, ha dichiarato il portavoce del governo, Yukio Edano. Sette aerei da caccia e un elicottero sono decollati rapidamente per osservare i danni nella regione più devastata, secondo il ministero della Difesa. La diretta:12:54 – Napolitano ad Akihito: “L’Italia si stringe a voi” – L'Italia si stringe al popolo giapponese. Lo ha scritto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel messaggio inviato all'Imperatore del Giappone, S.M. Akihito: “La notizia delle gravissime conseguenze del sisma che ha colpito il nord-est del Giappone, provocando vittime e grandi distruzioni materiali, mi ha profondamente addolorato. In questo momento così drammatico l'Italia, unita al Suo Paese da saldi vincoli di profonda amicizia, si stringe al popolo giapponese. Con questi sentimenti, desidero trasmetterle a nome mio personale e di tutto il popolo italiano il più sentito cordoglio e le espressioni di umana solidarietà per le vittime”.12:53 – Gli Usa pronti ad assistere le Hawaii – Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha chiesto alla protezione civile Usa di “prepararsi ad assistere le Hawaii e gli altri Stati e territori americani che potrebbero essere colpiti” da uno tsunami dopo il devastante terremoto in Giappone. Lo indica lo stesso Obama in una dichiarazione diffusa all'alba dalla Casa Bianca.12:51 – Il governo dichiara lo stato di emergenza nucleare – Il governo giapponese ha dichiarato lo stato di emergenza per la centrale nucleare di Onagawa nella prefettura di Miyagi, in seguito al violento terremoto che ha colpito oggi il Giappone. Lo riferisce la Bbc. Il governo fa anche sapere che il processo di raffreddamento di uno dei reattori non sta procedendo come previsto.12:49 – Almeno 42 le vittime del terremoto del Tohoku – Sono almeno 42 le persone morte nel potente terremoto che ha sconvolto il nordest del Giappone e lo tsunami sulla costa pacifica che ne è seguita. Lo scrive il sito internet del quotidiano Yomiuri Shinbun. Il giornale parla anche di molti dispersi. Secondo l'agenzia di stampa Kyodo, diversi incendi sono in corso in città nel Tohoku, la regione più colpita dalla catastrofe.12:48 – Tsunami travolge nave con 100 persone a bordo – Una nave che trasportava 100 persone è stata travolta dallo tsunami che si è abbattuto sulle coste nordorientali del Giappone. Lo riferisce l'agenzia di stampa Kyodo, citando fonti della polizia della prefettura di Miyagi.12:47 – Revocato allarme tsunami per Taiwan e Nuova Zelanda – E' stata revocata l'allerta tsunami per Taiwan e la Nuova Zelanda, scattata a seguito del sisma di magnitudo 8,8 che circa sei ore fa ha colpito il nord est del Giappone. Lo riporta il sito online della Bbc che segue in diretta lo svolgersi degli eventi. L'allarme tsunami, precisa l'emittente, resta invece in vigore per quasi tutti gli altri Paesi del bacino del Pacifico.12:35 – Vittime sono 32 – E' salito a 32 il numero delle vittime del sisma devastante che ha colpito il Giappone. Lo riferisce la Bbc sul suo sito.12:22 – Maggio musicale fiorentino a Tokyo: “Stiamo bene” – Dopo ore d'ansia a seguito del terremoto in Giappone “giungono notizie rassicuranti da Tokyo. Tutti i componenti della tournee del Maggio musicale fiorentino stanno bene”. E' il messaggio che si legge sul sito web del Teatro. Orchestra, coro, tecnici e staff del Maggio si trovano nella capitale nipponica per un tour che, tra l'altro, rientra nelle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. Sempre sul sito del Maggio si ricorda che per i familiari che volessero avere notizie dei loro parenti a Tokyo c'è un numero a loro dedicato.12:12 – Farnesina: a Tokyo creata cellula crisi per italiani -Sin dalle prime ore di stamattina l`Unità di Crisi della Farnesina è in continuo e stretto contatto con l'ambasciata d`Italia a Tokyo che, a sua volta, ha istituito una cellula di crisi per contattare gli italiani presenti nelle zone maggiormente colpite dal sisma ed assicurarsi sul loro stato di salute e prestare, laddove necessario, assistenza: lo ha riferito il ministero degli Esteri in una nota. Il ministro Frattini ha anche espresso “la propria vicinanza all`amico popolo nipponico”.12:07 – Emergenza nucleare in centrale a Fukushima – E' emergenza nucleare attorno a una centrale nucleare a Fukushima, a causa del potentissimo sisma che ha colpito il nordest del Giappone. L'ha affermato la televisione pubblica nipponica Nhk. L'ente che gestisce la centrale ha spiegato che il sistema di raffreddamento del reattore è andato in panne. Non sono segnalate per il momento fuoruscite di radioattività.11:48 – Taiwan: Nessuna onda anomala, nè danni dopo sisma – Le autorità di Taiwan hanno fatto sapere che non ci sono state onde anomale a causa del violento sisma che ha colpito il Giappone. Stando a quanto riferito dalla Bbc, le operazioni di evacuazione hanno riguardato un numero ridotto di persone.11:39 – Ong cinese pronta ad inviare i soccorsi – La più importante organizzazione non governativa cinese sta raccogliendo le adesioni dei suoi membri per organizzare una missione di soccorso in Giappone. Qiu Lili, capo della Croce Rossa di Pechino Blue Sky ha offerto la disponibilità della propria associazione all'ambasciata giapponese a Pechino, annunciando di essere pronti a partire. L'associazione non governativa ha lanciato un appello su internet ai volontari e in molti hanno risposto, preparando le procedure e i passaporti per una partenza in poche ore.11:35 – Fumo da una centrale nucleare di Miyagi – Fumo è stato segnalato innalzarsi dalla struttura che ospita una turbina di una delle centrali nucleari presenti nella prefettura di Miyagi, la più colpita dal sisma registrato nel nord-est del Paese. Lo riferisce la televisione pubblica Nhk.11:34 – Tsunami si è spinto fino a 5 Km nell'entroterra – Lo tsunami si è spinto fino a 5 chilometri all'interno della prefettura di Fukushima. Lo riferisce la tv pubblica Nhk.

11:30 – Allarme tsunami anche per costa ovest Usa e Alaska – L'allarme tsunami è stato lanciato anche per le zone costiere occidentali degli Stati Uniti e del Canada, dopo quello per le coste del Pacifico, a seguito del violento sisma che ha colpito il Giappone. Stando a quanto riferito dai media americani, il 'West Coast and Alaska Tsunami Warning Center', competente per la costa occidentale americana e l'Alaska, ha diffuso un allerta per le zone costiere della California, dell'Oregon e dell'Alaska. Nel bollettino diffuso poco prima dal 'Pacific Tsunami Warning Center' degli Stati Uniti, che ha sede alle isole Hawaii ed è competente per il resto dell'Oceano, è stato invece lanciato l'allarme per quasi tutte le rimanenti coste del Pacifico. La lista comprende – fra gli altri – paesi più vicini al Giappone, come la Russia, Taiwan, Filippine e Indonesia, ma anche zone lontane o lontanissime come Hawaii, Samoa, Fiji, Australia, Nuova Zelanda, Messico, Costa Rica, Honduras e perfino Cile, Colombia e Perù.11:27 – Germania pronta ad inviare aiuti – La Germania è pronta ad aiutare il Giappone nell'emergenza terremoto se Tokyo chiederà l'appoggio della comunità internazionale: lo ha detto oggi a Berlino il ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle. “Se ci sarà bisogno di aiuto, naturalmente noi tedeschi aiuteremo il nostro partner giapponese”, ha detto il ministro all'emittente televisiva Zdf.11:19 – Aeroporto Sendai inondato, voli bloccati a Tokyo – Le piste dell'aeroporto di Sendai, la città più vicina all'epicentro del violentissimo sisma che oggi ha colpito il Giappone, sono state completamente spazzate dalle onde provocate dal terremoto. La Tv giapponese Nhk ha mostrato immagini aeree impressionanti, con l'aeroporto completamente circondato dalle acque e senza nessun velivolo sulle piste. A Tokyo l'aeroporto non sembra essere stato colpito direttamente dal sisma – in Giappone quasi tutti gli edifici sono costruiti con tecnologie antisismiche di avanguardia – ma i voli sono sospesi anche a causa dei malfunzionamenti del sistema elettrico e le difficoltà in molti scali di arrivo. Molte linee di treni ad alta velocità, gli 'Shinkansen', dirette verso la zona del disastro, (che si trova circa 300 km a nord di Tokyo) sono state sospese per le stesse ragioni, ma finora non si hanno notizie di deragliamenti.11:10 – Squadre dell'Onu pronte a intervenire – Trentacinque squadre della rete dell'Onu per le operazioni di ricerca e soccorso in caso di catastrofe sono pronte a intervenire se il governo giapponese ne farà richiesta, dopo il sisma che ha colpito l'intera costa orientale del Paese. Lo ha affermato a Ginevra la portavoce dell'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha) Elisabeth Byrs. Gli esperti dell'Onu a Ginevra sono in contatto costante con il Giappone.11:05 – A 4 ore dal sisma i morti sono 26 – Il bilancio del terremoto stilato dai media giapponesi a quattro ore dal sisma devastante che ha colpito il paese è di 26 morti.10:57 – Sarkozy: “La Francia è pronta a fornire aiuto al Giappone” – La Francia è “pronta a rispondere a tutte le eventuali sollecitazioni che il Giappone vorrà rivolgerle per far fronte a questa tragedia”. Lo ha dichiarato il presidente francese Nicolas Sarkozy, in una lettera al Premier giapponese Naoto Kan. Nel messaggio, Sarkozy esprime “il sostegno e la solidarietà” della Francia al Giappone e alla sua popolazione, “in questo momento particolarmente difficile”.10:56 – Onu pronta a inviare 30 squadre di soccorso – L'Onu è pronta a inviare squadre di soccorso per aiutare il Giappone, colpito dal sisma più violento mai registrato nell'arcipelago. “Trenta squadre internazionali di ricerca e salvataggio sono in stato di allarme, sorvegliano la situazione e sono pronte ad aiutare il Giappone se lo richiede”, ha dichiarato all'Afp Elisabeth Byrs, portavoce dell'Ufficio umanitario dell'Onu (Ocha). “L'Onu è pronta a fornire aiuto”, ha insistito Byrs.10:55 – Telefoni in tilt, resiste soltanto Internet – Le comunicazioni telefoniche attraverso le linee fisse o mobili sono ancora pressoché impossibili nell'area di Tokyo, dove invece ha resistito l'infrastruttura Internet, tramite la quale la gente continua a scambiarsi informazioni in tempo reale sulla situazione di crisi seguita al sisma. I telefoni cellulari, in particolare, sono andati in panne immediatamente dopo la prima, fortissima scossa delle 14.46 (6.46 in Italia), e tuttora è impossibile effettuare chiamate. La rete telematica, al contrario, ha continuato a funzionare per tutta la giornata, permettendo a computer e dispositivi mobili di prendere il posto delle tradizionali cornette per le prime comunicazioni di emergenza. Sebbene a singhiozzo, anche le connessioni dati dei cellulari hanno retto all'urto della situazione eccezionale: in questo modo è partita la 'pioggia' continua di messaggi via Twitter dai telefonini, e nei casi più fortunati è stato possibile anche effettuare chiamate mediante servizi di voce su dati (Voip) come Skype.10:42 – Piegata l'antenna in cima alla Tokyo Tower – L'antenna in cima alla Tokyo Tower, il simbolo della capitale nipponica e della ricostruzione post-bellica, si è piegata a causa delle scosse di terremoto del pomeriggio. Lo riferiscono le tv nipponiche.10:35 – Prime onde di tsunami sulle isole Curili – Alcune onde di debole intensità hanno raggiunto due isole dell'arcipelago delle Curili, dove quasi 11.000 persone sono state fatte sgomberare dopo il violento sisma che ha colpito il nord-est del Giappone. Lo ha riferito alla France presse un funzionario del centro per gli tsunami dell'isola Sakhalin. Una prima onda, di un metro di altezza, ha raggiunto l'isola di Shikotan, mentre una seconda, di 95 centimetri, ha colpito l'isola di Kunashiri. Le prossime “onde potrebbero essere più grandi”, ha detto la fonte. Le due isole colpite fanno parte delle Curili del Sud, contese da Russia ed il Giappone dal 1945. L'isola di Sakhalin, la più vasta e la più popolata, non è interessata dall'allarme tsunami, ha aggiunto la fonte.10:27 – Filippine e Indonesia in allerta: “Prime onde tsunami attese a breve” – La parte settentrionale delle Filippine e le coste nord-orientali dell'Indonesia – zone dove è raro il turismo occidentale – sono in allerta per l'imminente impatto dell'onda di maremoto. L'allarme tsunami è stato alzato a livello 2 in 19 province dell'arcipelago filippino, dove onde alte un metro sono attese tra le 17 e le 19 locali (dalle 10 alle 12 in Italia) e agli abitanti delle zone costiere è stato ordinato di spostarsi nelle zone interne: secondo il quotidiano The Inquirer, le operazioni di evacuazione di 90 mila persone nel nord della provincia di Quezon sono già iniziate, con l'aiuto dell'esercito. Anche se l'altezza delle onde dovesse essere limitata, ha avvertito l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia, è possibile che continuino “per ore”.10: 26 – A Tokyo fermi tutti i treni: milioni di persone a piedi – Sono ancora fermi e lo saranno per un tempo non ancora definito i trasporti su rotaia nell'intera area di Tokyo. Lo ha detto il segretario del governo nipponico, Yukio Edano, che ha invitato i cittadini a non tentare di fare subito ritorno a casa per evitare situazioni di panico. Le scosse di terremoto odierne hanno colpito la capitale giapponese nel pieno della giornata lavorativa, quando la popolazione di circa 13 milioni di persone raddoppia con l'arrivo dei pendolari, che adesso stanno cercando di tornare a casa a piedi.10:18 – Italiano a Tokyo: “La terra tremava al punto che mi pareva di esser in nave” – Durante il violento terremoto che ha scosso il Giappone alle 7 di questa mattina (ora italiana) le terra ha vibrato talmente tanto che “sembrava di stare su una nave in mare aperto”: lo ha detto all'ANSA Mauro Politi, ricercatore post dottorale presso l'International Christian University di Mitaka, periferia di Tokyo, raggiunto al telefono. “Qui a Tokyo la scossa è stata spaventosa sia in intensità che durata – spiega il ricercatore, che vive da un anno in Giappone – ma anche la sensazione è stata diversa dal solito. Vivendo qui per un lungo periodo si fa l'abitudine a scosse frequenti e importanti; ma se normalmente tutto attorno vibra, oggi sembrava di stare su una nave in mare aperto. Credo che la scossa principale sia durata ben più di un minuto, attorno alle 14.45 ora locale, e le scosse minori stanno continuando ininterrotte e nitide”. Intanto, la popolazione reagisce compatta alle conseguenze del terremoto: “La gente è organizzata – continua Mauro – ho visto molti uscire dalle case con caschetto e valigetta”.1:13 – Il Noaa: “Lo tsunami potrebbe raggiungere il Cile” – Ci vorranno ancora diverse ore prima di sapere se gli effetti del terremoto giapponese raggiungeranno le coste del Sudamerica. Secondo le previsioni dello Tsunami Warning Pacific Center infatti un'onda anomala potrebbe raggiungere le coste del Cile, il punto più lontano che potrebbe toccare lo tsunami, fra 23 ore. Le previsioni del centro gestito dal Noaa parlano di una possibilità che gli effetti si facciano sentire in tutto il Pacifico, dall'Antartico alle coste di Nicaragua, Panama e appunto Cile. A destare preoccupazione sono anche le isole Hawaii, dove lo tsunami dovrebbe arrivare fra circa cinque ore ma dove le evacuazioni sono già iniziate.10:11 – Almeno 19 morti per sisma e tsunami – E' di almeno 19 morti l'ultimo bilancio delle vittime del sisma e dello tsunami che hanno colpito oggi il Giappone. Lo riferiscono i media.10:02 – Preoccupazione del Cicr: “onde dello tsunami più alte di alcune isole” – Il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr), con base a Ginevra, ha affermato che al momento le preoccupazioni maggiori riguardano lo tsunami e che al momento ci sono onde più alte di alcune isole.9:59 – Ingv, sisma non paragonabile a quello che ha colpito l'Aquila – E' stato 'alcune migliaia di volte' piu' violento di quello dell'Aquila del 6 aprile 2009, il terremoto che ha colpito il Giappone. Lo spiegano all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. 'La magnitudo si calcola su una scala logaritmica, per cui all'aumento di ogni grado corrisponde un aumento pari a un fattore 30'. Di conseguenza un terremoto di magnitudo 8,2 è 900 volte più violento rispetto a quello che ha colpito L'Aquila. Il violento terremoto è stato generato dalla rottura di una faglia che si estende per centinaia di chilometri, avvenuta nella zona sismica piu' attiva della Terra, la Cintura di Fuoco del Pacifico.9:57 – Il governatore Miyagi chiede al governo l'invio delle truppe – Il governatore della prefettura di Miyagi, in cui si trova la città di Sendai, la più vicina all'epicentro del violento terremoto che ha colpito il nordest del Giappone, ha chiesto al governo l'invio delle Forze di autodifesa, le forze armate giapponesi. Lo riferisce la televisione pubblica Nhk. Almeno otto morti sono stati ufficialmente registrati finora, ma il bilancio è in continua evoluzione e ci sono moltissimi dispersi.9:56 – Filippine, ordine di evacuazione nelle zone costiere – Le autorità filippine hanno ordinato l'evacuazione delle zone costiere sul pacifico dopo l'allerta tsunami, invitando gli abitanti a raggiungere le zone interne.9:53 – L'Agenzia geologica alla popolazione: rifugiatevi nei punti alti – L'Agenzia meteorologica e geologica giapponese (Kishocho) ha chiesto alla popolazione di prepararsi a possibili nuove ondate di tsunami e di “stare in punti alti”. In un messaggio trasmesso alla televisione pubblica Nhk, Hirofumi Yokoyama dell'agenzia ha avvertito che “in alcune aree è ancora possibile che vi siano altre ondate” e ha quindi affermato: “State in punti alti”. Nelle aree colpite da violentissimo sisma di oggi, Yokoyama ha detto che c'è “ancora la possibilità di altri terremoti”.9:52 – Giappone: 5 morti per il crollo di una casa di riposo – Cinque persone sono state trovate morte per il crollo di una casa di riposo nella città di Minamisoma, nella prefettura nord-orientale di Fukushima. Lo riferisce il comando locale dei vigili del fuoco.9:40 – Hawaii e Marianne ordinano l'evacuazione delle coste – Le Hawaii e le isole Marianne hanno ordinato l'evacuazione delle zone costiere dopo l'allerta tsunami lanciato nel Pacifico.9:29 – La Farnesina verifica sull'eventuale coinvolgimento di italiani – L'Unità di Crisi della Farnesina, in costante contatto con l'ambasciata d'Italia a Tokyo, sta facendo verifiche sull'eventuale coinvolgimento di connazionali nel disastro naturale che si è abbattuto sul Giappone. I collegamenti con i cellulari e i numeri fissi nella regione di Tokyo sono attualmente quasi completamente interrotti. Per questo, anche i diplomatici sono costretti all'uso di apparecchi satellitari.9:27 – Sisma, gli Stati uniti offrono aiuto – Gli Stati uniti hanno offerto aiuto al Giappone, colpito oggi da uno dei più potenti terremoti della storia e da conseguenti tsunami. Lo riferisce la televisione pubblica Nhk. L'offerta è arrivata dall'ambasciatore a Tokyo John V. Roos.9:24 – Evacuati 11mila russi dalle isole Curili – Sono diventati 11 mila i cittadini russi evacuati dalle isole Curili in seguito all'allarme tsunami legato al forte terremoto registrato in Giappone. Lo riferisce l'agenzia Interfax citando la protezione civile locale. La prima ondata dello tsunami non ha causato né vittime né danni facendo aumentare il livello dell'acqua solo di 50 centimetri9:19 – Ingenti i danni dopo il terremoto – Il terremoto e lo tsunami potrebbero aver causato “danni considerevoli”. Lo ha detto il portavoce del governo giapponese.9:18 – Almeno 4 morti e decine di dispersi dopo sisma – Il violento sisma che ha colpito il nord-est del Giappone, scatenando uno tsnumani alto fino a 10 metri, ha causato finora quattro morti e una decine di dispersi. Il bilancio provvisorio è stato riferito dai media.9:15 – Attesa seconda e terza onda tsunami – La popolazione deve essere pronta all'arrivo di una seconda e terza onda di tsunami, dopo quella che ha già colpito i porti della prefettura di Ibaraki. L'ha affermato Yukio Edano, portavoce del governo, alla televisione pubblica Nhk. “La popolazione deve essere pronta, evacuare le aree costiere”, ha detto Edano. “Non cercate di capire da soli quello che è più sicuro, seguite le indicazioni”.9:12 – Sisma avvertito fino a Pechino – Il sisma di magnitudo 8.9 che ha colpito oggi il nord-est del Giappone è stato avvertito fino a Pechino, situata a 2.500 chilometri più a ovest. L'amministrazione cinese per i terremoti ha fatto sapere di essere stata contattata dagli abitanti della capitale cinese che riferivano di aver sentito il terremoto.9:06 – Il Premier giapponese: “Costituito un quartier generale per il disastro” – Il primo ministro nipponico Naoto Kan ha costituito una task force per affrontare le conseguenze del potente sisma che ha colpito il nordest del Giappone. Kan ha comunicato in una conferenza stampa teletrasmessa che le centrali nucleari “si sono fermate automaticamente” e che “non ci sono notizie di fughe di radiazioni”. Il capo del governo nipponico ha espresso le più “profonde condoglianze a chi sta soffrendo le conseguenze” di questo “fortissimo terremoto” e ha chiesto alla popolazione di continuare a seguire le indicazioni trasmesse dalla Tv.9:00 – Allerta tsunami in tutto il Pacifico – Un'allerta tsunami è stato emesso oggi praticamente per tutte le coste del Pacifico, comprese quelle dell'Australia e dell'America del sud. Lo ha annunciato il centro di sorveglianza degli Tsunami nel pacifico.8:59 – Diversi dispersi nella prefettura di Fukushima – Almeno 8 persone risultano disperse nella prefettura di Fukushima a seguito dello tsunami di 10 metri che si è abbattuto sulle coste.8:58 – Nessuna fuga di radiazioni dalle centrali nucleari – L'Agenzia nucleare giapponese ha comunicato che non sono state registrati anomali livelli di radiazioni nelle centrali atomiche. Lo si apprende dalla televisione nipponica Nhk.8:57 – Allarme tsunami a Taiwan – L' ufficio meteorologico di Taiwan ha emesso un allarme tsunami dopo il terremoto al largo delle coste giapponesi.8:56 – Il Giappone accetta gli aiuti internazionali – Il ministro degli Esteri giapponese, Takeaki Matsumoto, ha dato disposizioni alla struttura diplomatica di accettare gli aiuti internazionali. Lo riferisce l'agenzia Kyodo.8:54 – Un morto nella prefettura di Ibaraki – Una prima vittima ufficiale del potente sisma che ha colpito il Giappone è stata registrata nella prefettura di Ibaraki, a nord di Tokyo. Lo riferisce tv Asahi, secondo cui una persona sarebbe rimasta schiacciata sotto tetto crollato di una casa.8:50 – Allarme tsunami in Indonesia – Un allarme tsunami è stato lanciato dalle autorità indonesiane per la parte orientale del paese.

8:49 – Mosca lancia allarme tsunami per isole Curili – L'allarme tsunami è stato lanciato oggi per l'arcipelago russo delle Curili, dopo il violento sisma che ha colpito il nord-est del Giappone. Lo ha dichiarato alla France presse un portavoce della sede locale del ministero russo per le Emergenze. L'allarme riguarda tutto l'arcipelago, comprese le quattro isole Curili del sud contese da Russia e Giappone. “Stiamo facendo sgomberare la popolazione”, ha detto il portavoce, Ekatérina Potvorova.8:49 – Uno tsunami con onde alte dieci metri si è abbattuto sulla costa di Sendai – Si sono verificati così i timori dei meteorologi, che avevano lanciato l'allarme sul rischio di onde anomale.8:43 – Crolla il tetto di un edificio a Tokyo: feriti – Il tetto di un edificio è crollato a Tokyo dopo il violento sisma di magnitudo 8.8 che ha colpito il nord-est del Paese, facendo dei feriti. Lo riferiscono i vigili del fuoco e i mass media, precisando che all'interno era in corso una cerimonia di consegna diplomi a cui erano presenti 600 studenti.8:42 – Tokyo invia forze navali nelle zone colpite da sisma – Il Giappone ha inviato le sue forze navali nelle zone interessate dal sisma di magnitudo 8.8 che ha colpito oggi il nord-est del Paese. Lo riferisce l'agenzia di stampa Kyoto.8.39 – Chiusi tutti gli aeroporti – Traffico aereo sospeso allo scalo internazionale di Narita, a Tokyo, dopo il violento sisma che ha colpito la zona nord-orientale del Giappone. Nel nord-est del Paese sono stati subito fermati anche i treni espressi Shinkansen, mentre le autostrade della regione di Tokyo sono state chiuse alcuni minuti dopo la scossa.8:35 – Raffinerie in fiamme – Una raffineria è in fiamme nella città di Iichihara, nella regione di Tokyo, dopo il violento sisma che ha colpito oggi il nord-est del Paese. Lo riferisce la televisione di stato mostrando le immagini..8:20 – Tsumani di 10 metri ha colpito la costa di Sendai – Uno tsnuami di 10 metri ha colpito la costa della città di Sendai, nel nord-est del Giappone, dopo il sisma di magnitudo 8.8 registrato nella regione. Lo riferiscono i media nazionali.11 marzo 2011Redazione Tiscali

Lascia un commento