Tutte le spese di Berlusconi

Nell’ambito dell’inchiesta sul “caso Ruby” è stato allegato agli atti l’estratto conto del deposito n.129 al Monte dei Paschi di Siena, uno dei tanti conti correnti personali di Silvio Berlusconi ma rilevante perché gestito dal ragionier Spinelli e utilizzato per il pagamento delle ragazze che partecipavano alle serate del premier.
Quanto percepito dalle ragazze era già noto, soltanto che ora sono stati tolti gli omissis su tutte le altre spese del premier che invece erano stati posti nella richiesta di giudizio immediato di Berlusconi. L’occasione, come si dice, fa l’uomo ladro, in questo caso invece ci rende un po’ voyeur. Vedere come il nostro Primo Ministro spende una parte della sua ricchezza ci restituisce uno spaccato della sua vita privata, ma anche pubblica. In totale le spese per il 2010 ammontano a 32 milioni di euro.

Partiamo dai pagamenti alle ragazze, dove potrebbe esistere il reato. Ai già noti 562mila euro pagati alle ragazze dell’Olgettina si aggiungono

Angela Sozio (100 mila euro, era una delle ragazze immortalate da Oggi nel 2007 con il premier alla Certosa), Maria Alonso Adelina Escalona (50 mila), Valentina Costanzo (40 mila), Mariagrazia Veroni (36 mila), Anna Restivo (32 mila), Astrid Konstanze Girth e Nicole Minetti (31 mila), Albertina Carraro e Erminia Salmieri (30 mila), Anna Palumbo (20 mila, è la mamma di Noemi Letizia), Beatrice Concas (19 mila), Eleonora Gaggioli (17 mila, fu a un passo dalla candidatura europea nel Pdl), Monica Cheorleu (6 mila) e Sabrina Valentina Frascaroli (5 mila).

Altre spese
675 mila euro per mantenere e arredare il castello di Paraggi.
900 mila alla società Flat Point per manutenzione-elettricità-acqua della residenza ad Antigua.
441 mila all’avvocato-parlamentare Ghedini
500 mila ad altri legali
24.960 euro al costituzionalista Nicolò Zanon, per un parere pro-veritate su una denuncia ricevuta dal Gruppo L’Espresso. Zanon, già ordinario di diritto costituzionale all’Università di Milano, fu in seguito eletto al Csm dal Parlamento su indicazione del centro destra. (Interpellato dal Corriere della Sera, Zanon ha dichiarato di aver emesso regolare fattura)
100 mila al pianista-dj delle feste Danilo Mariani
120 mila euro al negozio di cravatte e foulard Marinella
65 mila al gioielliere Eleuteri
Più di 300 mila euro a un fornitore di tessuti
650 mila in antiquari e gallerie d’arte,
Poco meno di 500 mila per i voli in elicottero
Quasi 500 mila a un’agenzia immobiliare per gli appartamenti affittati
300 mila all’avvocatessa Cristina Rossello (divorzio con Veronica Lario)
140 mila allo studio legale Vassalli
103 mila a Fabio Lepri , il civilista ingaggiato dal premier per fare causa e chiedere 3 milioni di danni a l’Unità.

Le donazioni
70 mila euro donati per il restauro della parrocchia del cugino a Lomazzo
2 mila ai salesiani
200 mila alla squadra di rugby dell’Aquila
40 mila di regalo di nozze a una segretaria

Ci sono inoltre
21 milioni di euro di pagamenti a terzi identificati, più altri 13 milioni in decine di assegni a destinatari sconosciuti, sui quali i pm non paiono al momento aver disposto accertamenti se non per gli assegni cambiati in contanti da Spinelli (ad esempio sei soltanto nel dicembre 2010 per 1 milione e 550.000 euro), di cui agli atti figurano alcune fotocopie.

Entrate
3,2 milioni dai dividendi di Fininvest spa
63 milioni dalle Holding Italiana prima e ottava
1.194 euro in tre dalla Siae per i diritti sulle canzoni scritte da Berlusconi

Lascia un commento