MIGLIORARE LA COSTITUZIONE SIGNIFICA RIPRISTINARE LA SOVRANITA’ POPOLARE

Rifrasando il titolo: “Piu’ democrazia diretta, significa piu’ partecipazione dei cittadini ai vertici dei poteri legislativi”. In un ventennio il legislatore in Italia con delle leggine ad hoc ha allontanato il citadino dalla partecipazione diretta alla politica del Paese, deteriorando i rapporti tra il cittadino e il legislatore; spingendolo verso l’indifferenza Tutti i sondaggisti ci danno ragione, mettono l’ astensionismo al 40%.. Le leggine in questione sono: il porcellum, la legge Tremaglia, lo pseudo-presidenzialismo berlusconiano e i vari lodi bocciati dalla Consulta. Peccato che le “riforme epocali” annunciate dalla presidenza del consiglio da questo punto di vista, ossia riformare la giustizia senza riformare anche la politica vanno verso la direzione sbagliata e al referendum confermativo/i si verificheranno contro producente, per l’attuale Presidente del Consiglio.( scusatemi se e’ poco)

Lascia un commento