L’OUA HA INCONTRATO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI STATO, PASQUALE DE LISE

DE TILLA, OUA: “ABBIAMO ILLUSTRATO, RICEVENDO GRANDE ATTENZIONE, LA PROPOSTA DELL’OUA PER UN’AVVOCATURA SOGGETTO COSTITUZIONALE”

La Giunta esecutiva dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura ha incontrato oggi il presidente del Consiglio di Stato, Pasquale De Lise. Il presidente dell’Oua, Maurizio de Tilla, ha illustrato le proposte dell’avvocatura per contribuire a rendere più efficiente e celere il processo amministrativo, ma ha anche colto l’occasione per presentare il progetto di riforma per l’avvocatura soggetto costituzionale.

«Un incontro molto positivo – ha dichiarato il presidente Oua -. Abbiamo espresso forte apprezzamento sul’attività fin qui svolta dagli organi della giustizia amministrativa per aumentare la produttività e smaltire l’arretrato, un lavoro che porterà alla riduzione delle eccessive lungaggini nei processi amministrativi. Ma abbiamo anche colto l’occasione per presentare il progetto dell’Oua di riforma costituzionale perchè si espliciti compiutamente il ruolo dell’avvocatura e il rapporto con la magistratura. La magistratura e l’avvocatura – spiega – sono, con pari dignità, le componenti della giurisdizione. L’ordine giudiziario, nei due ruoli distinti, è autonomo e indipendente da ogni potere. Allo stesso tempo l’avvocatura è libera e indipendente, così che la difesa assume una funzione indeclinabile in ogni procedimento giudiziario (in tal senso va il ddl presentato alla Camera dei Deputati da Gaetano Pecorella). In quest’ambito si colloca la proposta dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura che chiede l’inserimento nel titolo IV della Costituzione di alcune norme specifiche e l’allargamento dell’ambito a tutti i soggetti della giurisdizione, compresa l’Avvocatura».

Lascia un commento