Sicilia in Europa

Manchester 21 Febbraio 2011

La settimana scorsa,una delegazione di Sicilia in Europa,formata dal vice Presidente Baldo Parisi,il Pr Luigi Bille’ ed il Coordinatore Nazionale Arturo Testa,guidata dal Presidente Vincenzo Nicosia,ha avuto una serie di eventi istituzionali in alcune localita della Sicilia.

Nella mattinata di giovedi 17,il Presidente Nicosia,ha incontrato i componenti del Circolo S.I.E. di Termini Imerese per discutere sui progetti programmati e da attuare nel 2011,tra cui,la seconda edizione del premio “Orgoglio Siciliano” ed a tal proposito,nel pomeriggio della stessa giornata,Nicosia ha incontrato il Sindaco della citta’ di Termini Imerese,Dott. Salvatore Burrafato per concordare l’evento che verra’ inserito nel calendario degli eventi estivi per il mese di Agosto.Nicosia e Burrafato,hanno anche discusso una serie di iniziative che favoriranno gli scambi imprenditoriali tra il comprensorio Termitano e l’estero.

Venerdi 18,la delegazione e’ stata ospite dell’amministrazione Comunale di Canicatti comune dell’Agrigentino,rappresentatata dell’Assessore alla Cultura Manuela Seminatore e l’Assessore allo Sport Diego Ficarra,con cui,hanno avuto occasione di presentare l’Associazione e discutere iniziative a favore degli emigrati e degli imprenditori locali.In serata,presso il Palazzo Stella di Canicatti,si e’ svolto un incontro dibattito dal titolo “L’emigrazione Siciliana”.Nell’occasione,si e’ avuto modo anche di annunciare ai presenti la nascita del circolo cittadino di Sicilia in Europa.

Sabato 19,alle ore 19,la delegazione si e’ spostata a Sutera,comune della provincia di Caltanissetta ospiti del Sindaco Gero di Francesco.

Il Sindaco Suterese,aderendo ad un’iniziativa lanciata da Sicilia in Europa e cioe’ quella di realizzare un coordinamento di sindaci che dovrà accuparsi di riscrivere la strategia della nostra regione sui Siciliani in Europa e nel mondo,ha organizzato un incontro con alcuni Sindaci dando cosi la possibilita’a S.I.E. di illustrare il progetto del coordinamento.

Il presidente Nicosia,nel suo intervento,tra le finalita del progetto,ha evidenziato alcuni punti programmatici :

Premesso che la Sicilia, con le sue Comunità all’estero, vista nella sua dimensione globale, è un insieme di persone, di valori e d’interessi senza confini territoriali. Questa “Sicilia Virtuale” per la sua dislocazione geografica, rappresenta una risorsa di incalcolabile valore e potenzialità, sia economica che culturale, che ha portato in tutti i continenti quel particolare “modo di vivere” universalmente riconosciuto ed apprezzato.

Per sviluppare la “sicilianità” in tempi di globalizzazione e di tecnologie avanzate, è necessario portare avanti un progetto di sinergia tra le realtà territoriali siciliane e le proprie comunità all’estero partendo in prima istanza dall’Europa al fine di ricercare e individuare solide e durature alleanze ed opportunità di scambi economici e commerciali in settori di sviluppo industriale ‘intelligente’ e i settori tradizionali quali turismo e agro-turismo, enogastronomia d’eccellenza dove l’attuale offerta di prodotti made in Sicily al mercato degli italiani all’estero, da parte di piccole e medie imprese può vincere le pressanti sfide dell’internazionalizzazione, aprendosi a nuovi mercati esteri ed importando modelli di sviluppo economico di successo.

Spesso si sono sottovalutate la sinergie tra la varietà e la ricchezza delle situazioni locali della Regione Sicilia e territori lontani con insediamenti a presenze di Siciliani. L'importanza del confronto e l'esigenza di una più stretta integrazione e sinergia di scambi tra le realtà comunali siciliane con le Comunità Siciliane all'estero porta, indubbiamente, fonti d’innovazione e progresso nel mondo delle imprese particolarmente in un tessuto economico fragile e frammentato come quello della Regione Sicilia.

Pertanto, è necessario promuovere progetti territoriali e attivare reti internazionali di promozione dello sviluppo delle attività locali dei comuni aderenti, verso cui ogni intervento va orientato. Un’azione di promozione tesa alla capillarizzare le attività culturali, economiche e i prodotti siciliani presso i mercati esteri con l’assistenza delle comunità Siciliane residenti all’estero. In questa direzione, l'Associazione Sicilia in Europa si propone come filtro e contenitore di coordinamento tra la consulta dei comuni siciliani e le comunità di siciliani in Europa per affrontare – la sfida al futuro -”, per il bene e l’interesse della sicilia e dei siciliani ovunque risiedano.

Inoltre:

· Creare un network che possa agevolare il collegamento da e per la Sicilia a favore di quei giovani che vogliono avviare esperienze lavorative e di studio nei paesi della comunita europea.

· Creare convegni annuali o semestrali organizzati di volta in volta nel comune aderente alla consulta,allo scopo di poter invitare imprenditori dell’unione Europea ed incentivare l’esportazione ed importazione di prodotti.

· Studiare l’ampliamento delle infrastrutture per agevolare un turismo locale e di ritorno.

All’incontro,erano presenti: Alessandro Plumeri Sindaco di Villalba;Lillo Vaccaro Sindaco di Marianopoli;Salvatore Mazzarisi Sindaco si Resuttano;Filippo Misuraca Vice Sindaco di Mussomeli;Salvatore Caruso Vice Sindaco di Acquaviva Platani;valerio Viola Sindaco di San Giovanni Gemini;Diego Ficarra assessore del comune di Canicatti;Diego Mangiapana Sindaco di Cammarata;Alfonso Visco Vice Sindaco di Alessandria della Rocca;Gero Di Francesco Sindaco di Sutera;hanno dato anche la loro adesione i Sindaci di Favara,Campobello di Licata e Lucca Sicula.

I partecipanti hanno deliberato un altro incontro che si terra’ il prossimo 2 Aprile 2011 a Mussomeli per cominciare a stilare un progetto comune.

Ufficio Stampa

S.I.E.

Lascia un commento